Anche KTM, come molte altre Case, ha presentato novità nel segmento delle medie cilindrate, concentrandosi sull’off road, che ormai sembra essere il nuovo terreno di conquista dei Costruttori. A EICMA 2017 la Casa austriaca aveva svelato una nuova piattaforma 800, che inizialmente è stata immessa nel mercato attraverso una naked, la 790 Duke, caratterizzata da un bicilindrico capace di 95 CV e 88 Nm, caratterizzato da una risposta al gas “diretta” ma, soprattutto, da una notevole compattezza, che lo ha reso un’ottima base su cui realizzare altri due prodotti di media cilindrata: la 790 Adventure e la 790 Adventure R, pensata anche per il fuoristrada estremo. Si tratta di due moto molto importanti, dal punto di vista commerciale.

Segui la DIRETTA da EICMA

DIFFERENZE - Entrambe hanno caratteristiche tecniche simili. L’unica differenza riguarda l’escursione delle sospensioni, maggiore sulla versione R. La 790 Adventure, infatti, assicura 200 millimetri di corsa ruota, mentre la “R” arriva addirittura a 240 millimetri, un numero importante, che avvicina molto questa KTM a una off road specialistica. Per il resto, non ci sono grosse differenze, a parte la grafica. Per entrambe, cerchi di 21 pollici all’anteriore e di 18 pollici al posteriore, una moderna strumentazione con display di 5” e un’elettronica evolutissima, una delle più ricche della categoria.

LE ALTRE - Le altre due novità di KTM riguardano la piattaforma 690, caratterizzata da un monocilindrico in grado di erogare 74 CV e 73,5 Nm e un nuovo serbatoio di 13,5 litri. Su questa base è stata costruita la 690 SMC R, una supermotard non racing ma messa a punto per essere una fun bike. Questa versione monta due dischi anteriori di 320 millimetri di diametro, abbinati a pinze freno ad attacco radiale, e un disco posteriore di 240 millimetri di diametro, abbinato a una pinza freno a doppio pistoncino.

Diversa la sorella da fuoristrada, la 690 Enduro R, caratterizzata da cerchi di 21” all’avantreno e 18” al retrotreno (che prendono il posto dei cerchi di 17” della 690 SMC R) e dal monodisco anteriore, decisamente più adatto all’uso off road.