Bilancio positivo per la prima edizione dell'anno degli Orange Juice, svoltosi nelle Alpi Marittime. L’evento ideato da KTM è dedicato ai clienti che guidano un modello della gamma Adventure.

La formula, come recita lo slogan della manifestazione, porta a scoprire "il lato dolce dell’avventura”, senza preoccupazioni legate al cronometro e alla prestazione, godendo delle bellezze del territorio e del piacere di incontrare nuovi amici con cui condividere le proprie passioni.

A CASA DI NICOLA DUTTO - E’ stato il pilota dakariano Nicola Dutto ad aprire la stagione degli Orange Juice, i raduni dedicati ai possessori di KTM Adventure. Nella sua Beinette, in provincia di Cuneo, sabato e domenica scorsa il pluricampione di motorally – oggi paraplegico ma tornato a correre in moto -  ha svolto il ruolo di host e padrone di casa assieme alla Offroad Adventure Crew, allo staff di KTM Italia, della concessionaria ufficiale di zona Cabutti Motor e a Cellularline, partner della manifestazione.

Gli adventurieri provenienti da tutta Italia desiderosi di scoprire le bellezze offerte da quella “terra di mezzo” che tocca il Piemonte, la Liguria e la vicina Francia hanno potuto godere di condizioni meteo perfette e di una selezione di percorsi alla portata di tutti.

CON UNGARO E SALA - I partecipanti hanno trascorso ore piacevoli sia in sella che a motori spenti, accompagnati da due ospiti d’eccezione come il giornalista televisivo Roberto Ungaro e il mito dell’enduro e della Dakar Giovanni Sala. I due hanno viaggiato con i clienti su strada e in fuoristrada coinvolgendoli con il loro carisma, mille aneddoti e preziosi consigli di guida. Durante la cena del sabato organizzata dallo chef stellato Massimo Camia il gruppo, accolto dal sindaco di Beinette Lorenzo Busciglio, ha potuto rivivere le emozioni e i ricordi della giornata.

Non è ancora stata fissata la data del prossimo appuntamento con Orange Juice, ma di certo si svolgerà tra la fine di settembre e i primi di ottobre a San Marino, dove il concessionario Motorstore sta già lavorando per garantire ai partecipanti due giorni di divertimento all’ombra del Titano.