Era il 2015, quando Suzuki al Salone di Tokyo mostrò un concept capace di attirare immediatamente l’attenzione generale. Il suo nome era Recursion (in foto), motore bicilindrico da 600 cc e un compressore volumetrico in grado di portare la potenza massima a sfiorare la soglia dei 100 CV. Pura libidine! Da quel momento, tra voci, conferme e smentite, è stato un continuo rimandare e rilancio d’attese. Ora, però, qualcosa di più concreto sembra profilarsi all’orizzonte.

CRESCE LA CILINDRATA - Secondo quanto riferiscono i colleghi svizzeri di Acidmoto, durante un meeting con i dealers, Suzuki avrebbe svelato i particolari di un nuovo modello (sarebbe stato addirittura mostrato), indicato col nome di GSX-700 T ed equipaggiato con un motore "XE7" 700 cc dotato di turbocompressore a geometria variabile con intercooler. Uno step evolutivo rispetto al concept Recursion - al quale per altro somiglierebbe molto - con una cilindrata maggiore e, probabilmente, più potenza.

COLPO DI TEATRO? - Alla luce di tutto questo, l’assenza di novità Suzuki vere e proprie all’ultimo EICMA, sembrerebbe quasi la preparazione di un colpo di teatro: la presentazione di una novità dirompente durante il 2018. Inoltre, ricordiamolo, nel 2015 la Casa giapponese ha registrato il marchio 'Recursion' sia in Europa che negli Stati Uniti. E a questo punto, se due o più indizi, gravi, precisi e concordanti formano una prova, le possibilità che la GSX-700 T turbo veda presto la luce sono piuttosto alte. Un mezzo che, se venisse confermato, potrebbe imporsi come vero killer-boy nel mercato delle "sportive" di media cilindrata.