E’ stata “pizzicata” durante un test  la nuova Street Triple di Casa Triumph. La foto, pubblicata dal sito Bikesocial, non è chiarissima, ma il fatto che abbia ricevuto un importante rinnovamento è fuori discussione.

Per soddisfare i nuovi limiti di emissione Euro 4, i documenti trapelati hanno già rivelato che Triumph ha in programma di aumentare la capacità a “sopra i 750cc”, il che fa ipotizzare un modello da 800cc. Sembra inoltre che la gamma preveda l’espansione a quattro modelli.

A guardare bene la foto, questa moto non ha molto delle attuali Street Triple:  il forcellone e anche la mancanza dello scarico sotto la sella dimostrano che si tratta di una Street Triple e non della Speed Triple, ma il forcellone è comunque diverso da quello attuale, con una forma che ricorda la Daytona 675. Si notano anche elementi cromati sui fianchi del radiatore.

Le maggiori aspettative comunque sono sul nuovo motore tre cilindri da 800 cc: Triumph ha già realizzato un propulsore del genere, derivato dalla versione da 675 cc, ed è quello per la Tiger 800. Ma non è il motore che sarà montato sulla nuova Street Triple. Quello per la Tiger è basato più sulla coppia che sulla potenza, che è attualmente minore del motore da 675 cc.  Il nuovo motore, invece, dovrebbe essere in grado di raggiungere un regime di rotazione molto maggiore.

Un sondaggio fra i clienti Triumph parla di una versione base da 110 cavalli, una versione R da 115 cavalli con sospensioni Show regolabili, una versione RT con indole turistica e propulsore da 125 cavalli e, al top, la versione RS, sempre da 125 cavalli ma con sospensioni Ohlins e freni radiali monoblocco Brembo.