Un gesto "eroico" quello compiuto da Dandon Miller, un motociclista di Philadelphia che si è imbattuto in un'aquila ferita su una highway trafficata nei pressi della città. "Tutti si fermavano in mezzo alla strada – racconta Miller ai colleghi di The Dodo - c'era un'altra persona che provava a spingere l’animale un po' per allontanarlo. L’aquila ha aperto le ali e non riusciva a muoversi”.

CONSTATATE LE CONDIZIONI PRECARIE del rapace, il motociclista si è tolto la camicia per proteggerlo e proteggersi a sua volta dagli artigli. "Quando l'ho presa è rimasta molto calma" - prosegue Miller - "Si è agitata un po' quando la gente ha iniziato a volerla fotografare, ma siamo riusciti a tenerla sotto controllo".

I SOCCORSI SONO ARRIVATI DOPO 45 MINUTI. Prima il 911, poi il Tri-State Bird Rescue & Research (un centro di riabilitazione locale per gli uccelli selvatici).  Dandon non si è mai allontanato dall'aquila. "Mentre la tenevo accanto a me - prosegue - stavo solo cercando di mantenere la calma e di assicurarmi che lei fosse sicura. È stato semplicemente fantastico".

NIENTE DI ROTTO, solo una contusione all'occhio e delle leggere lesioni ai tessuti molli”, questa la diagnosi di Rebecca Stansell, medico di Tri-State Bird Rescue & Research. “Le ferite sono state curate dal nostro veterinario della fauna selvatica mentre l'aquila era sotto anestesia: siamo ottimisti sul fatto che si riprenderà completamente". L’unica che non se la caverà è la camicia di flanella del motociclista, che ha riportato dei grossi buchi causati dagli artigli dell’aquila. Molto probabilmente Dandon la conserverà come un cimelio dal valore prezioso.  Con quella camicia, il motociclista ha salvato uno splendido volatile, peraltro nei giorni del Memorial Day durante i quali, negli Usa, si commemorano i soldati caduti in tutte le guerre.  E l'aquila è il simbolo della nazione...