Il Telepass si trasforma e diventa più sottile, più tascabile e più ‘stiloso’, tanto che il nuovo modello è stato presentato in anteprima nella Design Week di Milano. Non solo: alla funzione per la quale è nato, quella di pagare il pedaggio in autostrada, se ne aggiungono altre. Dunque, una novità interessante anche per gli utenti delle due ruote, soprattutto per via delle minori dimensioni, che consentono un alloggiamento più comodo nei vani portaoggetti, nella borsa da serbatoio o nelle tasche della giacca.

Il nuovo Telepass è tre volte più sottile del tradizionale modello grigio e giallo ed è stato annunciato il suo arrivo a partire da maggio per i nuovi clienti che chiederanno l'attivazione del contratto online. Poi, entro la fine dell'anno, il dispositivo arriverà su tutti i canali di distribuzione, e quindi punti Infoblu, circuiti bancari convenzionati, etc, per i nuovi utenti che chiederanno l'attivazione del servizio.

PIU’ CONNESSO -  Come riportato da ANSA, il nuovo modello è dotato di maggiore connettività, e consente anche un'ottimizzazione delle funzionalità per i vari servizi sviluppati dalla società del Gruppo Atlantia e disponibili con l'app Telepass Pay, come il pagamento delle strisce blu, assicurazioni per il viaggio e l'acquisto degli Skipass.

LE STATISTICHE - Ad oggi, in Italia sono circa 6 milioni i possessori di Telepass, con 9 milioni di dispositivi in circolazione. La rete Telepass, dopo il recente ingresso in Germania e nei Paesi Scandinavi, copre 11 i Paesi europei (considerando i dispositivi sia per auto che per truck) ed entro la fine del 2019 - si legge nella nota divulgata alla Design Week - sarà attivo anche in Slovenia e Ungheria.