Max Biaggi tenterà di battere, nelle distese di sale boliviane a Salar de Uyuni, il record mondiale di velocità su strada di una moto elettrica. L’ex pilota della MotoGp salirà in sella a una Voxan Wattman, la moto elettrica più potente di sempre, di cui vi avevamo già parlato qualche anno fa.

Biaggi, dal 2018 ambasciatore di Voxan Motors, società del gruppo Venturi Automobiles, tenterà di battere l’attuale record detenuto da Jim Hoogerhyde, che nel 2013 riuscì a raggiungere, con l’elettrica Lightning SB220, la velocità di 327,608 km/h. L’obiettivo dichiarato è di superare i 330 km/h.

Una sfida accettata da Biaggi, che si è detto entusiasta: «Quando il mio amico Gildo Pastor (presidente di Venturi, ndr) venne a propormi il piano del nuovo record mondiale di velocità con una Wattman, ovviamente ho detto di sì. Lui è un pioniere nel campo della mobilità elettrica, e sotto la sua gestione Venturi ha stabilito molti primati mondiali».

Il pilota romano è soddisfatto anche del lavoro del team monegasco: «Gli ingegneri e i designer sono estremamente determinati e motivati. La sfida dei 330 km/h fornirà ancora più prove dell’esperienza del team in questo campo».