Oberdan Bezzi - che sul suo blog si firma Obiboi - realizza regolarmente dei concept virtuali sempre molto riusciti, proprio come questa V8 Special, che potrebbe rappresentare uno spunto interessante per la stessa Moto Guzzi. Oberdan si è ispirato alla V7 Special degli anni '70 per le linee. La moto è disegnata attorno all'ultimo bicilindrico V85 853cc, che arriverà nei concessionari nel 2019 "a bordo" della nuova V85 TT.

LA V7 SPECIAL - “Per chi come me era solo un bambino alla fine degli anni '60, primi '70, è un ricordo indimenticabile!”, dichiara Oberdan Bezzi. “La Moto Guzzi V7 Special uscì nel 1969 come evoluzione portata a 750 cc. della precedente V7 che invece era di 700 cc., ma a parte la cilindrata tutta la moto sembrava completamente nuova e diversa, dipinta in bianco, con quelle finiture rosse e nere e le guancette del serbatoio cromate... una meraviglia!” aggiunge Obiboi, lasciando trasparire tutta la sua passione per il marchio di Mandello.  

“Sicuramente una delle Moto Guzzi più riuscite ed iconiche di sempre con il suo motore a V trasversale che ancora oggi è l'emblema irrinunciabile di una moto concepita a Mandello. E proprio un ritorno a quelle radici potrebbe essere il tema di una nuova proposta di moto stradale che racchiuda in una tecnica moderna gli stessi concetti.
“La nuova V8 Special condividerebbe molte delle scelte tecniche della Maxienduro V85, soprattutto a livello motoristico, mentre ciclisticamente se ne distaccherebbe ovviamente come quote pur mantenendone i concetti.
“Una moto ben strutturata, dall'aspetto moderno ma tradizionale, che rifugge da sensazionalismi stilistici a favore di un proporzionamento equilibrato e fluido ma privo di ‘mollezze’ alla moda. Un mezzo maschio ma non rude che faccia pensare inequivocabilmente alla sua Italianità... una vera Moto Guzzi, di quelle... giuste! Non la più veloce o tecnologica moto del mondo, ma le Moto Guzzi non sottostanno a questi... particolari, e si amano per l'armonia generale e le sensazioni che sanno dare a chi le apprezza!”
conclude Oberdan Bezzi.

Qui maggiori informazioni