Per molte case motociclistiche, il recente arrivo dell’ultima normativa in tema di emissioni ha rappresentato l’occasione giusta per alcuni aggiornamenti tecnici in listino. Anche MV Agusta ha colto l'opportunità e, in occasione del passaggio dalla Euro 3 alla Euro 4 dell’intera gamma 3 cilindri, ha rinnovato le supersportive F3 675/F3 800 e l’affascinante Dragster 800 RR.

NESSUNA PERDITA DI POTENZA - Si sa, le restrizioni imposte dalla legge con la Euro 4 sono una vera spina nel fianco per chi produce motori sportivi e gran parte dell’impegno dei tecnici è stato quindi rivolto a mantenere (quantomeno) inalterato il dato sulla potenza massima. Obiettivo centrato per F3 675 e F3 800 che condividono molte delle “novità" 2018 per quanto riguarda meccanica ed elettronica: rispettivamente, 128 cv per la 675 e 144 cv per la 800 confermati nella scheda tecnica. Merito di affinamenti, mirati in particolar modo al motore e alla tecnologia di bordo, dal contralbero progettato ex novo, ai silenziatori con volume maggiorato (meno rumore, ma stesso timbro MV), fino ad una versione aggiornata del MVICS (Motor & Vehicle Integrated Control System), in particolare per quanto riguarda l’efficacia del Ride By Wire. Novità anche per l’EAS 2.0, il cambio elettronico, che agisce con maggior dolcezza di innesto e precisione, sia in scalata sia nella selezione delle marce superiori. Arrivano infine nuovi coperchi motore, con la doppia finalità di ridurre la rumorosità meccanica percepita e proteggere il veicolo in caso di cadute.

DRAGSTER 800 RR - Nonostante la drastica riduzione delle emissioni sonore e di scarico anche per l’aggressiva Dragster 800 RR si conferma la potenza di 140 cv. Gli interventi alla meccanica hanno riguardato, tra le varie cose, la valvola allo scarico, i collettori di scarico, i silenziatori (anche qui maggiorati come sulle F3) ed è stato introdotto l’harmonic Damper - per smorzare le vibrazioni - che non era presente sul modello precedente. Features, poi, prevista anche per le nuove F3, arriva un “CambiodiVelocità” completamente nuovo, con innesti rivisti per rendere più fluida l’azione. Anche qui, i nuovi coperchi motore ridisegnati garantiscono adeguata protezione dagli urti al 3 cilindri. Evoluzione dell’elettronica, infine, pure per la Dragster 800 RR Euro 4, in particolare per quanto riguarda l’ottimizzazione delle mappe motore, specifiche per il modello, e del controllo di trazione (8 livelli). Rivista pure la logica di funzionamento del cambio elettronico EAS 2.0.