Il direttore generale dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari Pietro Benvenuti ha deciso di lasciare l’impianto imolese a partire dall’1 gennaio 2016. Pietro Benvenuti assunse la direzione della Società Formula Imola nel gennaio del 2012. E’ lui l’uomo indicato dalla nuova Società – Con.Ami (85%) e Uberto Selvatico Estense (15%) - che si fa carico di una pratica non certo semplice. Risanare il bilancio, riprendere le attività sportive, difendere la città dall’inquinamento acustico, riaprire l’area ad iniziative di intrattenimento, eventi, attività museale, commerciale e quant’altro si rendesse opportuno e possibile. Una missione non semplice ma affrontata con la determinazione necessaria. Sono quattro anni intensi in cui la linea è seguita, gli impegni adempiuti, le difficili condizioni di partenza modificate. A dicembre dello scorso anno, dopo tre anni di attività, in una conferenza stampa che aveva per oggetto il programma 2015 si ebbe la percezione di un traguardo tagliato. Non era l’arrivo ma si acquisiva la certezza che una pagina fosse stata girata. L’Autodromo era uscito dalla crisi. I modi erano certi. I nodi erano sciolti. Poi ci sono stati l’AC/DC, la carica dei 90.000 lo spazio di una realtà che è matura per tornare al centro dell’impresa turistica, sportiva e culturale di Imola. Questo è il quadro. Pietro Benvenuti è un grande sportivo, il suo mondo sono le corse, la sua vera passione è il motorsport. Anche nel passato questo è il mondo che ha attraversato, in cui ha compiuto esperienze e ottenuto risultati importanti. Da quel mondo arrivano oggi nuovi stimoli. Offerte che nella vita non capitano spesso,che si colgono. Occasioni a cui dedicarsi per mettersi di nuovo in gioco, con il piacere di mettersi alla prova. In questo contesto di apprezzamento reciproco, tra la volontà della Proprietà e la capacità e l’impegno del Direttore Pietro Benvenuti, maturano ora le condizioni per un cambiamento al vertice dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari. Tra il sistema articolato e complesso di un’impresa polivalente in cui le attività immobiliari, gli eventi spettacolari, culturali, commerciali e di intrattenimento costituiscono gran parte dell’impegno Pietro Benvenuti sceglie la pista, la moto, le auto, la corsa. Questo è tutto. “Quando ho conosciuto Pietro sono rimasto colpito dalla sua passione e dalla dedizione al lavoro” ha detto Uberto Selvatico Estense, Presidente Formula Imola. “Oggi posso confermare quella mia prima impressione ed apprezzare il lavoro fin qui svolto, oltretutto in una stagione speciale come questa coronata dai successi organizzativi di Mondiale SBK, European Le Mans Series, CIV, Giro d’Italia e concerto degli AC/DC, eventi che sono stati seguiti da oltre 800 mln di spettatori televisivi e non. Per certi versi un lavoro così bello dal punto di vista personale può essere ed è altamente impegnativo e foriero di enormi responsabilità. Dopo quattro anni di questo impegno totale è perciò più che ragionevole che una persona di grande professionalità ed esperienza possa maturare scelte diverse di crescita professionale. Auguro al nostro mitico “Direttore” tutto il bene possibile e sono certo che Imola gli rimarrà per sempre nel cuore”. “E’ stato un onore essere scelto nel 2012 per dirigere un Autodromo così prestigioso come quello di Imola e questi quattro anni sono stati straordinariamente intensi”, ha detto Pietro Benvenuti, direttore generale dell'Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. “Abbiamo portato avanti con grande passione un cammino di trasformazione della struttura che, da contenitore prettamente sportivo, si sta avviando a grandi passi verso un utilizzo polifunzionale. Il nostro circuito è sempre più al centro di un progetto internazionale e sono sicuro che nel futuro prossimo sarà portatore di contenuti innovativi. E’ giunto il momento di una nuova sfida professionale, sempre nell’ambito del motorsport, con la consapevolezza e l’emozione che questi quattro anni rappresentano una storia indelebile sia dal punto professionale che umano. Voglio ringraziare in primis il Presidente Uberto Selvatico Estense, che mi ha scelto, il Sindaco di Imola Daniele Manca, che mi ha sempre supportato con grande partecipazione. Il CdA di Formula Imola, con il quale c’è sempre stato un proficuo lavoro di collaborazione e sostegno reciproco. E naturalmente tutto lo staff di Formula Imola, con cui ho avuto il piacere e l’onore di collaborare”.