La Suzuki Bandit 1200 è di base una moto molto sobria. In Italia non se ne vedono più moltissime, ma rimane un modello tra i più apprezzati dei mototuristi dei Paesi Europei e da chi bada al sodo. Oltre alla sobrietà della linea, tra i Banditi, così amano chiamarsi tra loro i possessori di questo modello, è diffusa la passione per la classicità di una linea rimasta fedele quasi fino alla fine del suo ciclo. Anche la pastosità di un motore non certo esplosivo, ma molto solido e vigoroso, ha contribuito al successo della Bandit.

FARFALLA DORATA - Come tirare fuori da un modello del genere una racing bike pazzesca?  I customizer di Icon 1000 ci sono riusciti e, grazie anche alle foto del servizio fotografico di BikeEXIF, hanno messo in scena qualcosa di incredibile. Grazie alla scelta di alcuni pezzi di altre moto dello stesso segmento (o quasi, su tutte il forcellone della Kawasaki ZRX 1200), guardate un po' cosa è venuto fuori. I carburatori sono stati rivisitati da Mikuki, i filtri sono della K&N. Le ruote sono di una Honda VFR1000 mentre la coda è stata creata con alcune parti di una CBR900. Qualche problemino, pare, ci sia stato durante gli scatti del servizio fotografico: sembra infatti che il pilota abbia subito una caduta ma senza conseguenze. E' bastato poco per risistemare le parti deteriorate e tornare ad ammirare questa incredibile farfalla dorata...