Albero di natale: il semaforo di partenza, quando scatta il verde si può partire
Falsa partenza: quando un concorrente parte prima del verde (viene squalificato)
Tempo di reazione: è il tempo che intercorre tra la luce verde e il momento in cui la moto si muove
Pre Stage: prima coppia di luci bianche in cima all’albero di natale (segnalano al pilota che  in prossimità della linea di partenza)


Stage: seconda coppia di luci bianche sull’albero di natale (segnalano al pilota che è sulla linea di partenza). Quando entrambi i piloti hanno le rispettive luci di Pre Stage e Stage accese il direttore di gara dà il via
E T: in questo caso non  la sigla di extra terrestre, bensì di Elapsed Time, ed è il tempo, misurato in maniera indipendente tra le due corsie, dal momento in cui la moto si muove al momento in cui taglia il traguardo 
RT: è il  tempo di reazione. Nel Time Slip (biglietto con i tempi che viene consegnato al team dopo ogni lancio), la voce RT e' sempre presente
Holeshot: vittoria grazie al tempo di reazione.


Qualifiche: prove durante le quali viene rilevato soltanto il tempo di ET, indipendentemente da chi arriva prima o dopo al traguardo (il cronometro parte solamente nel momento in cui la moto si muove, di conseguenza il pilota può anche aspettare qualche secondo dopo il verde per partire)
Eliminatorie: gare in cui i due piloti corrono l’uno contro l’altro (chi vince passa il turno, chi perde esce di scena)
ProStok: categoria per motori prevalentemente quadricilindrici, aspirati e a benzina (moto). Alcune categorie - come in questo caso - hanno lo stesso nome anche per le auto
Top Gas:  categoria per bicilindrici a benzina (moto)
Super Twin Top Fuel: categoria per bicilindrici a nitrometano (moto)
Top Fuel: categoria per quadricilindrici a nitrometano (moto)


Bracket: categoria ad handicap, basata sulla differenza tra le prestazioni dei due concorrenti (la luce verde si accende prima per uno e poi per l’altro)
Heads-Up: letteralmente testa a testa, gara dove i due concorrenti ricevono il verde contemporaneamente
Burn-Out: sgommata che viene eseguita prima della partenza per scaldare la gomma posteriore ed avere maggiore grip
Metanolo/Alcool: carburante usato in alcune categorie
Protossido di azoto: gas iniettato nei condotti di aspirazione, bruciando sviluppa ossigeno, aumentando la detonazione e di conseguenza la potenza. Il protossido si scompone e viene miscelato con benzina extra aggiunta mediante dei solenoidi


Nitrometano: il carburante più potente usato nel drag racing
Turbocharger: Il nome completo è turbosupercharger, poi accorciato in turbo. E’ un compressore azionato da una turbina mossa dai gas di scarico
Supercharger: compressore volumetrico mosso da sistema meccanico, prevalentemente, ma non necessariamente solo a cinghia.
Wheelie Bar: carrello antiribaltamento ancorato al retrotreno della moto
Quarto di miglio: 402 metri (1320 piedi), la distanza su cui si gareggia (nelle piste dove non ce margine di sicurezza sufficiente si gareggia sull’ottavo di miglio: 201,5 metri

Strip: nome in gergo per la pista di accelerazione
Gommatura: operazione che prevede l’uso di collanti speciali e gomma al fine di rendere maggiore il grip dell’asfalto, in modo che anche i mezzi con moltissima potenza possano limitare il pattinamento delle ruote. La gommatura deve essere fatta lungo l’intero quarto di miglio, visto che i mezzi spingono fino all’ultimo millimetro. Lo spazio di decelerazione non necessita di gommatura                                             
Velocità di uscita: la velocità con cui si taglia il traguardo del ¼ di miglio. In realtà è una media degli ultimi 20 metri (66 piedi)