Andata e ritorno a Olbia, dopo una settimana di curve, tornanti e rettilinei lungo le splendide strade della Sardegna. Centinaia di chilometri alla scoperta delle bellezze dell’isola italiana, caratterizzata dalle splendide coste dal mare cristallino e dalle colline e le montagne dell’entroterra. Questo era l’obiettivo del nostro raid, vissuto in sella alle novità della gamma 2016 della Suzuki. Ecco com’è andata.

Sesto giorno

Ultimo giorno di viaggio per il nostro raid. Prima del rientro di domani abbiamo però vissuto un'altra splendida giornata in terra sarda. Dal resort Torreruja di Isola Rossa ci siamo diretti verso Castelsardo e dopo una visita al centro storico abbiamo puntato i manubri verso la roccia dell'elefante e quindi Sedini, il paese nella roccia. A pranzo ci siamo invece rilassati sulle sponde dello splendido lago di Coghinas per poi dirigerci verso Tempio Pausania. È stato un giro piuttosto breve quello di oggi, circa 150 chilometri, ma le emozioni e le curve non sono mancate, così come il tempo di rilassarsi in piscina o nell'incantevole mare sardo.

Quinto giorno

Tappa di trasferimento quella del quinto giorno del Raid di InMoto in Sardegna. In mattinata abbiamo lasciato Oristano per muovere verso l'ultima struttura che ci ospiterà per i prossimi due giorni: l'hotel Torreruja di Isola Rossa che ci ha accolto con un'atmosfera unica e suggestiva. Non ci siamo però fatti mancare nulla nemmeno oggi: pranzo e relax alla spiaggia "La Pelosa" di Stintino e tante belle curve dal borgo di Bosa ad Alghero.

Quarto giorno

Tappa rilassante per il quarto giorno del nostro Raid in Sardegna. Da Oristano abbiamo puntato i manubri delle nostre moto verso gli straordinari panorami di Torre dei Corsari, le miniere di Montevecchio, Ingortosu quindi abbiamo potuto godere di un gustoso pasto a base di pesce a Buggerru e infine un po' di meritato relax sulla magnifica spiaggia. Anche oggi l'asfalto sardo ci ha regalato splendidi attimi di guida e relax; i volti sorridenti, e ormai abbronzati, dei nostri lettori sono la garanzia del successo della formula di questo Raid, giunto ormai alla terza edizione.

Terzo giorno

Oggi la tappa più impegnativa del nostro raid in Sardegna: dal "Park Hotel Cala di Lepre" di Palau abbiamo infatti raggiunto Orgosolo, il paese dei murales, quindi diretto le nostre moto ad Oristano che ci ospiterà nei prossimi due giorni.  Quasi 300 chilometri di curve e divertimento per il gruppo e per le moto: oggi abbiamo infatti goduto dello splendido asfalto delle strade interne di questa splendida isola. Paesaggi mozzafiato, cultura e guida. Siamo pronti alla tappa di domani: andremo alla scoperta della costa sud ovest: luoghi incantevoli come Torre dei Corsari e i dintorni di Piscinas.

Secondo giorno

Archiviato anche il secondo giorno del nostro raid in Sardegna. Oggi, dopo la visita al sito archeologico de "La Prisgiona" e un giro turistico a Porto Cervo, ci siamo potuti rilassare sulla bellissima spiaggia di Capriccioli e a Marina di Cugnana. Dopo un pranzo luculliano a base di specialità tipiche abbiamo visitato la Roccia dell'Orso, vicinissimo al nostro hotel. Ora è tempo di relax, domani ci aspetta la tappa più impegnativa di tutta la settimana; raggiungeremo infatti Orgosolo per l'ora di pranzo, quindi ci dirigeremo verso Oristano che ci ospiterà per i prossimi due giorni! Ecco le foto della nostra giornata: con noi e i 40 lettori i ragazzi di Tom42 e le nostre fidate Suzuki GSX-S 1000F, V-Strom 1000 e SV 650.