Audace ed Eldorado sono le due nuove cruiser di Moto Guzzi: nascono da una costola della California 1400 ma si rivolgono ad un pubblico eterogeneo

Moto Guzzi pensa al futuro: sia grazie agli ingenti investimenti che stanno potenziando e riportando agli antichi fasti lo storico stabilimento di Mandello del Lario (che si trasformerà in un sito avveniristico), sia ampliando la gamma di prodotti. Le novità nel cassetto sono moltissime e a svelarlo è proprio il Presidente del Gruppo Piaggio Roberto Colaninno. Ed ecco le prime: si chiamano Eldorado ed Audace, nascono sulla base della California 1400 e sono state sviluppate per venire incontro alle esigenze di un pubblico vasto e globale. Le due divine novità mandelliane fanno parte del "nuovo corso" della Casa italiana che guarda al futuro senza dimenticare il suo gloriosissimo passato. Si tratta di moto nate per "deliziare i guzzisti e attrarre i nuovi clienti", queste le parole di Davide Zanolini (Direttore Marketing e Comunicazione Gruppo Piaggio). In che modo? La Eldorado "nutrendosi" del passato, attraverso linee classiche e dettagli raffinati, la Audace grazie ad uno stile più moderno e cattivo. In comune hanno il motore (il bicilindrico da 1.400 cm3 debuttato sulla California e opportunamente modificato per rispondere a norme antinquinamento severissime) e la dotazione elettronica. Su entrambe le moto troviamo infatti l'ABS, il controllo di trazione regolabile ed escludibile e la triplice mappatura motore (le modalità sono Turismo, Pioggia e Veloce). Le abbiamo provato proprio nei dintorni di Mandello, purtroppo sotto una pioggia battente. Non però è bastato il meteo avverso a rovinare le bellissime sensazioni che abbiamo provato sulle due moto. La Audace ha una posizione di guida quasi aggressiva grazie ad un manubrio pressoché dritto: l'avantreno è solido e stabile e il bicilindrico accompagna ogni metro con un rombo cupo e una coppia incredibilmente sfruttabile. L'elettronica lavora con assoluta precisione, il controllo di trazione interviene prontamente e con un'incredibile dolcezza. Non troppo diversa è la Eldorado: qui la posizione di guida è decisamente più rilassata grazie all'ampio manubrio a "corna di bue" che addolcisce ogni sensazione.  Vibrazioni? Solo positive: il propulsore montato elasticamente trasmette sensazioni incredibili, da pace nel cuore.  Sensazioni che, abbiate pazienza, vi racconteremo per filo e per segno sul prossimo numero della nostra rivista. Intanto vi sveliamo i prezzi: 18.690 Euro l'Audace, 18.990 la Eldorado.

Per guardarle nel dettaglio sfogliate la gallery subito sotto!

Federico Garbin