CONTENUTI TECNICI E DOTAZIONE - Il bicilindrico in linea guadagna il 4% di coppia e potenza grazie alla nuova fasatura valvole, all’airbox più capiente e allo scarico ridisegnato; naturalmente, anche la centralina presenta ritocchi alla mappatura. La potenza resta comunque entro o 35 kW (48 CV) per poter comprendere i possessori di patente A2. Importante novità è l’adozione della frizione antisaltellamento, che permette anche un minor sforzo sulla leva per essere azionata. Le sospensioni aumentano la loro escursione, la forcella da 41 mm Ø, oltre alla regolazione precarico, guadagna 10 mm e arriva a 150 mm totali, mentre il monoammortizzatore permette una escursione della ruota di 135 mm. Nuova è anche la completa strumentazione, tutta compresa in un pannello LCD e generosa nella quantità di informazioni visualizzate, tra cui la marcia inserita e un comodo flash di cambiata programmabile. Peccato per il pannello che, formando qualche riflesso di troppo, rende a volte la lettura non immediata, specialmente quella del contagiri a barre di forma circolare.
VOTO: 8

POSIZIONE GUIDA E COMFORT - Facile approcciare alla CB500X, perché nonostante il peso di 197 kg col pieno, ha il manubrio largo e la sella poco alta, quindi sia da in piedi che da in sella è sempre facile da gestire anche per un neofita. La sella resta a 830 mm dal suolo e non crea quindi problemi a chi, di media statura, debba appoggiare entrambi i piedi a terra. Il manubrio, ulteriormente alzato rispetto alla versione precedente, permette una postura estremamente comoda e rilassata, con il busto eretto e le ginocchia in posizione molto naturale. La protezione aerodinamica del nuovo parabrezza è notevole, specialmente se fissato in posizione più alta, restano fuori le spalle e quasi totalmente le gambe. Tutto sommato si guida più che comodi e la sella è all’altezza di un’intera giornata di guida.
VOTO: 8,7