Non è stata stravolta e non ce n'era bisogno, dato che la ZX-10R ha vinto il mondiale SBK con Jonathan Rea. La versione di serie, però, per competere con le migliori supersportive, aveva bisogno di alcuni aggiornamenti, che sono finalmente arrivati. Innanzitutto un'elettronica più evoluta, ma anche un albero motore più leggero, che promette un incremento della spinta ai medi regimi. Anche il telaio è stato leggermente modificato, per migliorare la maneggevolezza senza perdere la nota stabilità dell'avantreno della Ninja. Abbiamo provato la ZX-10R di Johnatan Rea, il test Novità assolute sono l’adozione delle pinze monoblocco Brembo M50, la pompa freno radiale con controllo tolleranze ad alta precisione e la forcella Showa in perfetto stile WSBK.Dopo un lungo periodo di testing e sviluppo in accordo esclusivo con il KRT, nasce il design iper-funzionale di forcella e sospensione posteriore, considerato dal marchio una sostanziale innovazione su una moto da strada disponibile presso i concessionari a partire dal 2016. La nuova Ninja è la prima Kawa dotata di piattaforma inerziale (IMU) a 6 assi come parte del pacchetto elettronico a disposizione del pilota, cinque nel sistema Bosch e uno incluso nella centralina. Di serie anche il controllo di trazione avanzato, launch control, mappe motore e gestione della frenata ad alta precisione.