Quello delle moto custom e delle cromature è stato il vero segreto del successo delle prime edizioni del Motor Bike Expo e ancora oggi continua ad essere uno dei segmenti di maggiore attrazione della fiera veronese. Non a caso, tre dei sette padiglioni dell’edizione 2017 sono dedicati proprio alle custom e ai chopper. Ventimila mq coperti all’interno dei quali cui i visitatori possono incontrare i migliori customizer del momento, i principali produttori di accessori e anche le case, con le loro ultime novità.

LA REGINA - A fare da punte di diamante dello spazio dedicato a questa tipologia di moto sono i marchi americani, ovviamente: Harley-Davidson è presente in veste ufficiale, mettendo in mostra a Verona i nuovi modelli spinti dall’inedito propulsore “Milwaukee eight”. Il nome deriva della distribuzione a otto valvole che caratterizza questo inedito bicilindrico, la cui cilindrata è salita oltre i 1750 cc e che equipaggerà le motociclette della famiglia Touring. 

LE SFIDANTI - La sfida “made in USA” nei padiglioni della Fiera ha come contendenti, anche le custom dall’anima classic Indian Motocycles e le più moderne Victory Motorcycles: entrambi i marchi sono presenti tramite il distributore Egimotors.

PREPARATORI E VIP - Tra i preparatori di livello mondiale più attesi nel week-end ci sono Cory e Zach della Arlen Ness, Danny Schneidr della HardNine Choppers, Fred Kodlin della Kodlin Murdercycles, Winston Yeh di Rough Crafts e per la prima volta in Italia, Paul Teutul Sr. di Orange County Choppers: il famoso costruttore statunitense, protagonista del celebre reality TV “American Chopper” (lanciato nel 2002, diventò un fenomeno globale) è a Verona per lanciare l’ultima collezione dell’apparel ufficiale. Tra i VIP, anche Terence Hill, appassionato di moto e custom che con Wild Hog presenta la linea di accessori in cuoio, legno e ferro che portano il suo nome e anche la sua special su base Harley-Davidson Softail Deluxe.