Primi mesi del 2020 necessariamente negativi causa Covid, terzo trimestre dell'anno, concluso a settembre, positivo: è questa la situazione, positiva, che il Gruppo Piaggio ha fatto registrare nelle vendite. Da luglio a settembre i ricavi del marchio di Pontedera sono aumentati del 3%, con un incremento dell'utile netto del 75% e vendite di moto e scooter aumentate del 14%.

-11,7% RISPETTO ALLO STESSO PERIODO DEL 2019

Naturalmente, causa pandemia, il confronto tra i primi nove mesi del 2019 e quelli del 2020 è nettamente differente (ma è una situazione comune a qualsiasi marchio). Se guardiamo al solo comparto delle due ruote, Piaggio ha venduto tra gennaio e settembre 2020 284.100 unità, -11,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Un numero che va letto in chiave positiva, dato che è stato ridotto il precedente calo.

Mercato moto e il Covid: "Siamo ottimisti, le due ruote nel trasporto possono ridurre i rischi"

SCOOTER E MOTO FANNO SORRIDERE

Tra gli scooter, Piaggio si conferma prima nel segmento in Europa con una quota di mercato del 24,4% (e in Asia crescono le vendite in Cina). Per quanto riguarda le moto, Moto Guzzi V7 e Aprilia RSV4 hanno trainatoi numeri positivi dell'ultimo trimestre, mentre la gamma 125 di Aprilia è la leader delle vendite nel lasso di tempo gennaio-settembre. In attesa di capire se la nuova RS 660 (ad a breve anche la Tuono 660) daranno ulteriore 'boost' ai numeri del Gruppo.

Piaggio, 30 milioni in arrivo per progetti di ricerca e sviluppo

MOTO GUZZI, MANDELLO SI RIQUALIFICA

Nel frattempo, arrivano novità anche per Moto Guzzi. Nel 2021, in occasione del centenario del marchio, avverrà la riqualificazione conservativa della sede di Mandello del Lario. L'operazione coinvolgerà l'ala produzione della fabbrica finoa gli uffici, passando anche per il Museo. Il lavoro è stato affidato all'architetto e designer statunitense di fama mondiale Greg Lynn, già CEO di Piaggio Fast Forward.