Le immatricolazioni delle due ruote motorizzate continuano a crescere e pian piano si stanno recuperando i volumi dello scorso anno. Adesso siamo soltanto al -10,93% rispetto ai primi otto mesi del 2019. I dati confortanti sono ufficiali e arrivano da ANCMA, l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori.

Il totale immatricolato di agosto, ovvero i dati relativi alle cilindrate superiori a 50cc totalizzano 16.673 veicoli venduti, con un significativo incremento rispetto allo stesso periodo del 2019, pari a +42,44%.

Molto simile l’andamento di scooter e moto, con gli scooter che fanno registrare una crescita del 42,87%, equivalente a 10.031 mezzi, e i secondi che evidenziano un incremento nelle vendite del 41,80%, pari a 6.642 unità. Anche nel mese di agosto i ciclomotori si trovano in territorio positivo, con 1.526 veicoli venduti, corrispondenti a una crescita del 28,99%; complessivamente il totale mercato nel mese di agosto fa segnare una performance del 41,21%, equivalente a 18.199 veicoli immessi sul mercato.

Così dall’inizio dell’anno

Passando al dato cumulativo, ovvero da gennaio ad agosto 2020, i primi otto mesi dell'anno proseguono con il recupero dei volumi persi a causa della pandemia. L’immatricolato scooter più moto totalizza 160.490 veicoli, con una perdita del 10,93% rispetto allo stesso periodo del 2019: in particolare gli scooter registrano 90.662 unità pari ad un calo del 10,13%, mentre le moto, con 69.828 mezzi immatricolati, segnano una diminuzione dell’11,94%.

I cinquantini si avvicinano gradualmente ai volumi dello scorso anno, con un decremento del 5,68%, corrispondente a 12.693 mezzi venduti. Il totale mercato evidenzia una perdita del 10,56%, per un totale di 173.183 veicoli immessi sul mercato.

Elettrico da record

Le novità normative introdotte dalla conversione in legge del decreto crescita – in particolare, la cancellazione dell'obbligo di rottamazione e l'aumento dei contributi saliti fino a 4.000 euro in caso di rottamazione di un veicolo termico – e le commesse legate allo scooter sharing spingono nel mese di agosto il mercato dell’elettrico, che fa registrare una performance record del +837,88%, equivalente a 2.129 veicoli immessi sul mercato. I primi otto mesi dell’anno chiudono con 5.806 unità e una crescita complessiva del 91,93%.

Scooter 125 al top

Nel periodo compreso tra gennaio e agosto mantiene la prima posizione la classe dei 125cc, che immatricola 34.921 unità, pari a un calo del 9,35%. Seguono gli scooter di cilindrata compresa tra 300 e 500cc, con 32.336 veicoli venduti pari a una flessione del 14,20%. Al terzo posto gli scooter 150 – 250cc, con 16.320 veicoli immessi sul mercato, corrispondenti a un decremento del 8,22%. Hanno già recuperato i volumi persi a causa della crisi sanitaria i maxi scooter oltre 500, che totalizzano 8.427 unità pari a un incremento dello 0,8%.

Moto over 800 in pole position

Nelle moto, con 16.784 mezzi venduti conquistano la prima posizione le cilindrate comprese tra 800 e 1.000cc, che pure fanno registrare un calo del 25,76%. Seguono a breve distanza le cilindrate oltre i 1.000cc, che totalizzano 16.613 pezzi, pari a un calo dell’11,85%. Boom della Benelli TRK, in scia alla BMW R 1250 GS.

 Al terzo posto le moto 300 – 600cc, che immettono sul mercato 13.114 veicoli, corrispondenti a una flessione del 6,54%. Hanno già recuperato i volumi persi negli scorsi mesi le cilindrate 650 – 750cc, con 13.081 unità e un incremento dell’1,33%. Ancora in territorio negativo, invece, le moto fino a 125cc, che segnano un calo del 7,9% equivalente a 8.281 mezzi immatricolati. Chiude la classifica il segmento delle 150cc – 250cc, che registra una performance positiva con una crescita del 2,51%, pari a 1.955 veicoli venduti.

Le naked vincono

Nei primi otto mesi dell’anno le naked si confermano il primo segmento, con 27.491 veicoli venduti, pari a una flessione del 9,97%. Seguono a breve distanza le enduro, che fanno registrare 24.897 pezzi e un calo di mercato dell’11,31%. Al terzo posto le moto da turismo, che immatricolano 8.428 unità con un decremento del 14,27%. Più sensibile il calo delle custom, -20,74% e 3.268 veicoli immessi sul mercato. Le sportive totalizzano 3.164 pezzi per una flessione del 12,79%. Chiudono, con 2.482 veicoli venduti, supermotard e moto da trial, che fanno segnare una perdita di mercato del 16,7%.