Green Pass: tutto quello che c’è da sapere per richiedere la certificazione

Green Pass: tutto quello che c’è da sapere per richiedere la certificazione

L’attestazione che permetterà ai cittadini di spostarsi liberamente tra regioni di colore diverso e partecipare ad alcuni eventi con presenza di pubblico avrà validità di 9 mesi dopo il vaccino

Redazione - @InMoto_it

Mentre in Italia ci si avvia verso le riaperture e le varie estensioni/revoche del coprifuoco, il dilemma degli spostamenti per i cittadini dello stivale resta sempre un tema caldo, tanto caldo quanto quello sull’ormai famoso “Green Pass”, la certificazione che permette ai cittadini di spostarsi liberamente tra regioni di colore diverso e partecipare ad alcuni eventi con presenza di pubblico.

Ma come si ottiene la cosiddetta "Certificazione verde Covid-19"? Ecco alcune informazioni per richiederla e per sapere quanto dura.

Green Pass in Italia e in Europa: come funzionano gli spostamenti

La durata

In breve, secondo quanto previsto dal nuovo testo finale del dl Covid firmato da Roberto Speranza, il "green pass" sarà valido solo ed esclusivamente da 15 giorni dopo la prima dose di vaccino e durerà nel complesso 9 mesi. Mentre durerà 6 mesi dopo l’avvenuta guarigione dal covid.

Procedure di rilascio

Nel caso della certificazione post-vaccino, la stessa viene rilasciata in forma cartacea o digitale direttamente dalla struttura sanitaria di competenza, mentre se viene richiesta dopo essere guariti dal virus a rilasciarla – sempre in cartaceo o digitale – sarà la stessa struttura ospedaliera nella quale si è stati ricoverati o, altrimenti, la Asl di riferimento.

Questione diversa, invece, per il rilascio post-tampone. In questo caso, infatti, il “green pass” sarà consegnato alla persona direttamente dalla struttura sanitaria pubblica, privata autorizzata, accreditata, dalle farmacie, dai medici di medicina generale e dai pediatri che hanno effettuato il test. Che ricordiamo, può essere sia tampone antigenico rapido sia molecolare a condizione che lo stesso risulti con esito negativo.

Anche dopo la prima dose

Tuttavia, nel nuovo testo finale del dl Covid c’è una importante novità. Per quanto riguarda la Certificazione Verde per i vaccinati, infatti, la stessa può essere rilasciata anche contemporaneamente alla somministrazione della prima dose di vaccino e avrà validità dal 15° giorno dopo l’iniezione fino alla successiva data di completamento del ciclo vaccinale.

Mascherina "Yamaha R1": la protezione prende la forma di moto

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento