Quando si vuol essere particolarmente protettivi verso qualcosa, si dice che lo si mette “sotto una campana di vetro”. Beh, in questo caso non è una campana, ma una “bolla” e non è di vetro, ma in PVC, ma l’obiettivo è lo stesso: quello di proteggere, nella fattispecie la protezione è rivolta alla moto.


La capsula gonfiabile

Tra le invenzioni curiose, abbiamo scovato la Bike Capsule, progettata dall’azienda americana CarCapsule, situata nell'Indiana, che per evitare urti o graffi alla propria due ruote, ha inventato una capsula gonfiabile.

L’invenzione risulta utile soprattutto se si custodisce la moto in un garage vicino ad altri oggetti, oppure se lo spazio è poco e si rischia di graffiare la propria due ruote anche solo passandole vicino, magari se si hanno in mano altri attrezzi.

Per mantenere sempre intatta e priva di polvere la moto, dunque, basta metterla sotto la Bike Capsule. E’ vero, però, che per mantenerla come tale, ha bisogno di essere alimentata a corrente, quindi serve una presa elettrica nelle vicinanze.

La bolla non è a chiusura ermetica, ma ha il vantaggio di far ricircolare l’aria. In questo modo è possibile bilanciare la temperatura all'interno della capsula con quella dell'ambiente e l'aria si rinnova, evitando l'umidità e non facendo entrare sporco o polvere grazie all'apposito filtro posto sulla ventola.


Sotto la campana

Il modello più semplice è quello che vedete in foto, e costa circa € 260 ma ne esistono altri più costosi progettati per l'esterno o anche con una struttura più avanzata e che non è necessario gonfiare ogni volta che si vuol proteggere la propria moto o il proprio scooter. Questa versione, comunque, si appronta in soli due minuti Insomma, per chi volesse mettere la propria moto sotto la campana di vetro, pardon, la bolla di plastica, ce n’è davvero per tutti i gusti!

Comparativa: la sfida delle maxi crossover VIDEO