Dopo mesi di notizie e negozi presi letteralmente d’assalto, sembra siamo giunti alla data definitiva in cui la piattaforma web per il bonus mobilità sarà attiva, dando così la possibilità a coloro che hanno acquistato un monopattino elettrico, una bici o una e-bike di essere rimborsati. Il fatidico giorno dovrebbe essere dopo il 6 agosto, data nella quale ci sarà la prossima Conferenza unificata e durante la quale il decreto interministeriale sarà discusso.

Urban-E, la nuova e-bike pieghevole di Ducati e Italdesign

Ultimi passaggi

Dopo questa data, manca solo la pubblicazione del testo sulla Gazzetta Ufficiale. Ultimi e decisivi passaggi per rendere attiva la piattaforma web a cui, ricordiamolo (visto che ci sono già truffe in rete), si potrà accedere solo tramite il sito del Ministero dell’Ambiente. Proprio dal Ministero, assicurano, che il portale sia già pronto, e ciò dovrebbe consentire di ridurre i tempi.

Come funziona

Per chiedere il rimborso fino al 60% sul prezzo d’acquisto del mezzo i cittadini devono caricare sulla piattaforma la fattura o lo scontrino parlante (quindi non lo scontrino semplice, scartato per timore di furbetti che avrebbero potuto approfittarsene e riscuotere il bonus senza aver effettuato l’acquisto). A questo si aggiunge che il bonus sarà erogato in ordine cronologico, ovvero in base a quando sono stati acquistati i mezzi, e non seguendo la data di richiesta, escludendo così la possibilità di un click day.

Ecobonus, il Dl Rilancio per moto e scooter elettrici è legge