Per chi fosse interessato a usufruire del bonus mobilità è bene prestare la dovuta attenzione. La raccomandazione arriva direttamente dal ministero dell’Ambiente che invita i cittadini “a diffidare da applicazioni web oggi attive e che possono trarre in inganno, perché l'unico canale per ottenere il bonus sarà quello attivato dal ministero dell'ambiente. È stata infatti segnalata la presenza di applicazioni su 'Bonus mobilità 2020' scaricabili dalle piattaforme più diffuse”.

Bianchi e il boom delle bici: ”In Italia sta accadendo qualcosa di straordinario”

La truffa è dietro l’angolo

L’applicazione ancora non è disponibile e proprio su questo aspetto stanno puntando i siti fake che vogliono spacciarsi per ufficiali e affidabili, su cui poter richiedere il bonus mobilità. “Quando sarà disponibile l'applicazione istituzionale sul sito del ministero dell'Ambiente, l'unico sito da cui si potrà accedere ai benefici - informa lo stesso ministero - l'opinione pubblica sarà informata con ampio anticipo in modo da poter richiedere il bonus nella massima trasparenza e con indicazioni chiare su tutta la documentazione necessaria”. I siti sono già sotto controllo e infatti, come si legge in conclusione della nota, il ministero dell’Ambiente, “segnalerà alle autorità competenti applicazioni che possano ingenerare confusione fra gli utenti sulle modalità e le procedure per ottenere il bonus”.

Bottecchia, bonus triplicato per le bici a pedalata assistita