È cominciato l'effetto domino. Dopo BMW, anche KTM ha rivalutato la sua strategia globale per il resto del 2020 sulla base della situazione Covid-19 e ha preso diverse decisioni chiave, tra cui quella di annullare la partecipazione a qualsiasi fiera a livello globale per il resto dell'anno, incluse INTERMOT a Colonia (Germania) ed EICMA a Milano.

Vista l’incertezza relativa alle restrizioni sugli assembramenti pubblici in vigore nella maggior parte dei Paesi, al momento è molto difficile pianificare correttamente eventi di portata internazionale. Il Consiglio di Amministrazione desidera comunicare che, seppur i prossimi mesi vedranno una piccola frenata, il gruppo è più che mai intenzionato a spingere sull’acceleratore per il resto del 2020.

Hubert Trunkenpolz, direttore marketing: “Le fiere sono la pietra miliare del business dell’intero settore motociclistico, ma vista la situazione globale la salute del nostro personale diventa la priorità assoluta. Abbiamo preso questa decisione dopo attente riflessioni e, come azienda, KTM sarebbe grata se gli organizzatori delle fiere, EICMA in particolare, prendessero in considerazione lo spostamento delle manifestazioni al 2021 quando, speriamo e ci aspettiamo, la situazione sarà tornata alla normalità”.

Coronavirus, BMW non parteciperà a EICMA e Intermot 2020