Tempi duri per chi circola su strada, in moto o in auto, senza avere effettiva necessità. Con le nuove disposizioni emanate dal Governo e che riguardano l'emergenza Coronavirus, per chi venisse colto ad un controllo delle Forze dell'Ordine potrebbe scattare il sequestro del mezzo; ovvimente qualora non fossero dimostate effettive esigenze di spostamento.

SPOSTAMENTO ILLECITO

Il procuratore della Repubblica di Parma, Alfonso D’Avino, ha nei giorni scorsi emanato una direttiva volta all’interpretazione delle misure applicative del decreto Covid-19. Nella direttiva si specifica che il sequestro del mezzo, come ripferito dallo stesso D'Avino alla Gazzzetta di Parma, “è da applicarsi nei casi di spostamento illecito". Per spostamento illecito si intede: "Lo spostamento fuori comune per il quale la persona non fornisce una giustificazione in linea con l’obiettivo della legge. In questi casi per evitare aggravi per l'erario, il mezzo sarà affidato alla stessa persona, che dovrà ritornare da dove era partito e tenere auto o moto a disposizione dell'autorità giudiziaria".

In altre parole bisogna dimostrare l'effettiva necessità di muoversi con il proprio mezzo, per i motivi di cui sopra. In caso contrarrio si commette un illecito, con le possibili conseguenze riportate.

Coronavirus, lava la moto al lavaggio pubblico: denunciato