Per contenere l’epidemia di Coronavirus in questi giorni siamo tutti obbligati a stare casa e le sole uscite autorizzate sono per chi deve recarsi al lavoro o compiere attività indispensabili, come fare la spesa o andare in farmacia.

No ai contatti ravvicinati

Per questi spostamenti, una soluzione sicura, quando possibile e giustificata, sembra quella di utilizzare delle due ruote. Il consiglio arriva da ANCMA, l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, che sottolinea come le due ruote, sia motorizzate che elettriche o a pedale, consentono di evitare l’uso dei mezzi pubblici quali metrò, autobus, tram che comunque sono mezzi a rischio per la quasi impossibilità di evitare contatti ravvicinati.

Con le strade semideserte, poi, i rischi per gli utenti vulnerabili della strada si riducono drasticamente. Inoltre, le officine moto e bici sono aperte per garantire i servizi necessari a chi avesse problemi meccanici o di semplice manutenzione.

Insomma, con la complicità anche del meteo, che in questi giorni è particolarmente favorevole alle uscite in moto, in scooter o anche in bici, le due ruote si confermano un mezzo di spostamento privilegiato, anche nella lotta all’espansione del COVID-19.

Coronavirus, a rischio la vendita di moto e scooter Euro 4