Dopo la RS 600 e il lancio della naked Tuono 660, è ora il momento per Aprilia di puntare lo sguardo verso la terza della famiglia di moto dotate del medesimo biciclindrico fronte marcia: l'enduro Tuareg
Dopo averla vista in azione nei primi test su strada eccola nuovamente, in foto decisamente più nitide, e che mostrano meglio il design della prossima media enduro di casa Aprilia.

RS 660: "Con Tuono e Tuareg, Aprilia può puntare in alto"

TUAREG 660: PRONTA A DAR BATTAGLIA

La linea della Tuareg 660 si conferma è decisamente svelta e agile, mettendo in mostra una enduro che si prepara a dare battaglia alla Yamaha Ténéré 700, tra le moto più apprezzate sul mercato, o alla aggressiva KTM 790 Adventure.

Cerchi a raggi e confermate le misure da 21 pollici all'anteriore e 18 al posteriore, con un telaio tutto nuovo che anche qui sembra (purtroppo le immagini non ci dicono molto da questo punto di vista) giocare la carte dell'assenza di continuità tra il cannotto ed il perno del forcellone, con la funzione portante demandata in gran parte al motore. Il forcellone, in bella evidenza, è realizzato in alluminio. Un concetto che già abbiamo visto sulle stradali RS e Tuono 660.

Il telaio abraccia il noto bicilindrico parallelo che in questo caso dovrebbe erogare una potenza di circa 80/85 CV. Piace il frontale - molto aggressivo - con un singolo faro tondo a LED (ma vedremo se sarà il design definitivo o si opterà per un impianto luci derivato da RS o Tuono). Non mancheranno la strumentazione con display TFT (come per le stradali) e un completo pacchetto di connettività.

PREZZO ED ARRIVO IN VETRINA

La nuova Aprilia Tuareg 660 dovrebbe arrivare in versione definitiva ai saloni autunnali 2021 ad un prezzo che dovrebbe essere leggermente superiore a quello della Ténéré 700.

5 concept di Bezzi che hanno scatenato il dibattito nel 2020