Con la collaborazione di Mirko Colombi

Dal paddock di Jerez (dove le derivate di serie sono impegnate nel secondo round di stagione) arriva la conferma, non ufficiale, della presentazione per la Honda CBR 600 RR 2021 in occasione della "8 Ore di Suzuka", gara molto cara ad Honda e che si terrà, causa emergenza Covid, in autunno (l'1 novembre) in luogo del tradizionale appuntamento di mezza estate. 

HONDA AL TOP

A dare questa anticipazione è Simon Buckmaster, manager del team Dynavolt, schierato al via della SS600 iridata con la media supersportiva di Tokyo e che il prosimo anno schiererà due nuove CBR 600 RR in griglia: “L’arrivo della nuova Honda ci mette di buon umore. Anche se è ancora da confermare. Se i giapponesi presentano moto in occasioni quali la 8 Ore di Suzuka, significa che vogliono dare al proprio prodotto il giusto valore di immagine e commerciale. Anche perché, ne sono certo, le prestazioni della 600 saranno al top".

In un primo momento, visto il mercato delle medie sportive, parlare di una nuova 600 supersportiva era quasi un'azzardo. Eppure...
Non è da escludere un’operazione come quella fatta con l'introduzione della CBR1000RR-R Fireblade. Qualcuno, addirittura, ipotizza di poterla vedere già ad agosto, in occasione della gara del campionato SBK giapponese in quel di Sugo il 9 agosto. Un ritorno della Honda, con la CBR600RR aggiornata alla Euro 4 e con upgrade elettronico, andrebbe a scuotere un segmento oggi stagnante e dare battaglia in gara alla Yamaha YZF-R6, oggi grande protagonista nella griglia della SS600.

Sogni di mezza estate: voci e certezze sulle moto 2021