Già il concept visto a Milano parlava chiaro: il progetto dello sport-crossover quadricilindrico Honda era in stato più che avanzato di progettazione. Ora, a confermare il percorso verso una più che probabile presentazione definitiva di questa novità, spuntano i disegni relativi al layout depositati dalla Casa giapponese presso l’EUIPO (l’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale).

DICHIARAZIONE D’INTENTI

Il concept svelato al Salone di Milano montava lo spigliato 4 cilindri già a bordo della CB650R, ma in un’ipotetica “famiglia” di modelli, figurerebbe bene anche il più pepato “Quattro” che spinge la sorella maggiore CB1000R. Moto per viaggiare, quindi, ma anche per divertirsi. Un messaggio che parte chiaro sin dal design. Basta osservarlo, il CB4 X, per rendersene conto. “Sguardo” accigliato, serbatoio gibbuto, muscoli in evidenza, doppio terminale sovrapposto e codino slim sparato in alto. Qui la matita di Valerio Aiello, che ha realizzato il concept con un team di giovani designer presso la struttura Honda R&D Europe di Roma, sembra dire chiaramente: salta su e divertiti! Poi, magari, rimonta le borse e prosegui il tuo viaggio.

GUANTO DI SFIDA

Un mezzo, che se definitivamente confermato, andrà a schierarsi direttamente contro Yamaha Tracer 900 e, ancora di più, contro l’ultima BMW F 900 XR. Una sfida che si preannuncia elettrizzante in un segmento - quello delle sport crossover sotto i 1000 cc - in  grande ascesa, la cui formula è oramai chiara: alza il manubrio, massimizza il controllo, la giusta grinta, una ciclistica svelta, comfort quanto basta; ed ecco che una “pacifica” crossover è pronta a restituire smalto a quel segmento sport-touring dall’accento “fun”, un tempo contenitore per carenate dall’imprinting prestazionale e comode il giusto.

QUANDO LA VEDREMO ARRIVARE?

Nel caso ci fosse effettiva conferma, probabilmente dopo l’estate. Il momento perfetto per sfruttare l’onda emotiva della ripartenza (e della voglia di scorrazzare liberi in moto), dopo i mesi difficili che stiamo vivendo, a causa dell’emergenza coronavirus. Rimanete connessi...