Con il piano “More Roads to Harley-Davidson”, la Casa di Milwaukee ci ha avvertiti: presto sfornerà molte novità destinate a sorprenderci. Ha già rivelato lo stile e alcuni dettagli tecnici di alcune delle prossime moto, mantenendo però il riserbo sui nomi.

L'anno scorso Harley ha presentato tre prototipi: una adventourer, una custom e uno streetfighter sportivo. Tutti con il nuovo motore bicilindrico a V raffreddato ad acqua, progettato per avere capacità da 975cc a 1250cc, e di queste, solo la prima aveva già un nome: la Pan America. Lo streetfighter e la custom ancora no.
L'anno scorso, nello stesso momento in cui ha depositato i diritti per il nome della Pan America, Harley ha anche presentato richiesta di copyright sui nomi "Bronx" e "48X". Ora, come rivela Bennets.co.uk, Harley ha presentato la richiesta di brevetto per il nome "Bareknuckle".
Le connotazioni del nome suggeriscono che potrebbe essere il nome della prossima streetfighter.

TUTTO DA DECIDERE - Al momento non vi è la certezza che ad Harley vengano riconosciuti i diritti sul nome per il quale è stato richiesto copyright; c'è infatti la possibilità che altre Case possano sollevare obiezioni sul nome. In ogni caso, l’incertezza su come si chiamerà il modello di streetfighter di Harley dovrebbe essere dissipata abbastanza presto, considerando che la Casa di Milwaukee ha pianificato l’ingresso in gamma della nuova moto per il 2020, insieme alla Pan America. Il modello custom, invece, non sarà in produzione fino al 2021.
Entro il 2022 Harley avrà in gamma due Pan America - 975cc e 1250cc - insieme a cinque versioni della moto custom da 500cc a 1250cc e non meno di nove varianti ??dello streetfighter, che andranno da 500cc a 1250cc e che probabilmente includeranno un modello sportivo completamente carenato.