Il connubio fra la Casa coreana Kymco e la giapponese Kawasaki è già consolidato attraverso gli scooter Kawasaki J300 e J125, motorizzati Kymco. Ora, però, l'accordo sembra rovesciarsi, con Kawasaki che potrebbe fornire il propulsore da 650 cm3 che equipaggia la ER-6n per una naked sportiva realizzata da Kymco.

Il bicilindrico parallelo, il sistema di scarico e il forcellone sembrano gli stessi della Kawasaki ER-6n. Il telaio, però, nuovo. È anche chiaro che, dal momento che questo dovrebbe essere un modello top di gamma per Kymco, le sospensioni e i freni sono stati aggiornati. La forcella a steli rovesciati e le pinze dei freni sono un chiaro passo avanti rispetto alle soluzioni usate sulla ER-6n.

Osservando il manubrio, la sella e le pedane si evince che la posizione di guida sarà molto simile a quella della ER-6n, anche se il serbatoio di Kymco sembra più alto. Il design è spigoloso, anche se in parte questo potrebbe essere dovuto alla tecnica di realizzazione dei bozzetti.

Una cosa è certa: la moto segnerebbe l'ingresso di Kymco nel segmento delle moto di media cilindrata. Non è ancora chiaro se il modello sarà venduto in tutto il mondo, ma è probabile che, vista la cilindrata, sia destinato più all'Europa che all'Asia.

Anche se non sembra probabile, c'è la possibilità che questi bozzetti non riguardino una inedita naked Kymco ma la nuova ER-6, realizzata in collaborazione con la Casa coreana. Si vedono infatti alcuni elementi tipici del design di Kawasaki, che ricodano il modello Z1000. E anche i dischi freno a margherita sono una caratteristica di Kawasaki.

I "rumors", però, parlano con maggiore probabilità di una moto brandizzata Kymco.