Evoluzione Fireblade 2022: Honda aggiorna la CBR1000RR-R (con la SBK nel mirino)?

Evoluzione Fireblade 2022: Honda aggiorna la CBR1000RR-R (con la SBK nel mirino)?

La supersportiva arranca in SBK e da Tokyo la risposta potrebbe arrivare con un progetto affinato in numerosi dettagli per un mezzo più competitivo per il dopo Bautista

Upgrade. Arrivata a inizio 2020 completamente rinnovata rispetto al passato, la CBR1000RR-R porta sulle spalle l'arduo compito di tornare ad essere protagonista nel campionato SBK. Purtroppo, nonostante l'impegno e il supporto della HRC, la Fireblade fino ad oggi, e nonostante l'ingaggio di Alvaro Bautista, non ha portato i risultati in gara degni delle aspettative di una Casa come la Honda.

CONTROATTACCO HONDA

Honda CBR1000RR-R: il lato "hot" della Fireblade in versione SBK  FOTO

Honda CBR1000RR-R: il lato "hot" della Fireblade in versione SBK FOTO

Dopo averla attesa e poi provata sul tracciato di Losail per una prima presa di contatto, la nuova CBR 1000RR-R è pronta, da questo mese di febbraio, a debuttare sul mercato. Non solo: anche in SBK ha fatto la sua prima apparizione ufficiale nei test appena trascorsi sul tracciato di Portimao in Portogallo, e prima ancora nei test a Jerez.

Guarda la gallery

Ecco perché, per il 2022, da Tokyo starebbe arrivando la risposta ai problemi della 4 cilindri in gara. Una sorta di "SP2" affinata in molti dettagli per riuscire a reggere il passo di una concorrenza molto agguerrita. Kawasaki, Ducati e Yamaha al momento restano un gradino sopra la Honda nelle prestazioni e nei risultati, quindi appare lecita una contromossa. Come già visto fare - per esempio - dai rivali di Iwata quando, a metà 2019, presentarono un aggiornamento per la YZF-R1, con modifiche mirate per andare incontro alle esigenze di sviluppo del team in SBK.

FATTE PER LA PISTA 

Perché è lì che - ormai - si gioca la partita delle odierne supersportive. La Honda, quando riprese in mano il progetto CBR, lo fece proprio con l'intento di ben figurare nel massimo Campionato delle derivate di serie mettendo un po' da parte la proverbiale filosofia della guida su strada. Obiettivo fin qui mancato, nonostante il notevole pacchetto tecnico, e nonostante non si stia comportando male in altri ambiti, vedi CIV con Delbianco e il team DMR o Luca Vitali ed il team Improve e soprattutto nel confronto con le altre supersportive di serie.

Per il 2022, arriveranno nuovi piloti (l'ipotesi più concreta è quella di Chaz Davies, al momento a prendere il posto di Alvaro Bautista, in attesa di scoprire se Haslam verrà confermato) e questo rappresenta un importante tassello oltre che più di un indizio per un lavoro di rifondazione che riguarderà anche la moto.

Al momento non si hanno conferme ufficiali ma alcuni rumors provenienti dal paddock remano verso questa direzione. Una evoluzione della Fireblade che potrebbe vedere a luce entro fine anno con presentazione ad EICMA. Staremo a vedere!

Comparativa SBK: ecco la regina delle supersportive 2021! VIDEO

 

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento