MotoGP, chiusa un'era, Valentino Rossi lascia le corse: "Un momento triste per me"

MotoGP, chiusa un'era, Valentino Rossi lascia le corse: "Un momento triste per me"© Photozac

Il Dottore lo ha annunciato in conferenza stampa straordinaria alla vigilia del GP di Stiria. Dopo 25 (saranno 26 a fine anno) stagioni e 9 titoli mondiali si chiude l'epopea del pilota più amato del motociclismo

Un'epoca che si chiude. Durante una conferenza stampa indetta alla vigilia del GP di Stiria, Valentino Rossi ha detto "stop". Il prossimo anno non lo vedremo più in sella ad una moto in gara, piuttosto dietro un muretto dei box a curare quello che sarà il suo futuro. Con il suo team e la VR46.

Valentino: "E' un momento triste per me. Come avevo anticipato avrei dato la notizia dopo la puasa estiva. Ho deciso di smettere e sarà l'ultima mezza stagione come pilota di MotoGP. Mi dispiace, avrei voluto correre altri 25 anni (scherza,ndr). Ma è stato bello. Mi sono divertito un sacco in questi anni, ma dall'anno prossimo la mia vita cambierà".

I NUMERI DA LEGGENDA DI VALENTINO ROSSI

Era l'ultimo dei "tre moschettieri" del motociclismo italiano. Insieme a Loris Capirossi e Max Biaggi ha segnato un epoca per le corse. Dopo 25 anni di gare nel Motomondiale, 9 titoli Mondiali (7 in 500/MotoGP, 1 in 250 e 1 in 125). Dall'esordio in 125 nel 1996, a 17 anni, sono passati, al momento, 115 vittorie e 235 podi, ed oggi il Dottore ha deciso di congedarsi dalla platea della MotoGP. 
Una decisione maturata certamente, oltre che per una impietosa anagrafe (42 gli anni per VR46), anche per una stagione 2021 decisamente deludente sotto il profilo dei risultati.

Ha corso è vinto con Aprilia, Honda,Yamaha. Ha mancato l'appuntamento con Ducati ma indubbiamente Valentino è di quei personaggi dello sport eterni. Lui come Michael Jordan, Diego Maradona, Ayrton Senna, capace di accendere l'animo non solo degli appassionati di sport ma anche di tanta gente poco interessata alle corse in moto. E' arrivato lì dove tanti prima di lui non sono riusciti, avvicinando al Motorsport una platea inimmaginabile solo fino a pochi anni prima. 

Generazioni di fenomeni

L’impatto che ebbe, insieme a Loris Capirossi e Max Biaggi accrebbe a dismisura le pulsazioni per le due ruote dei focosi giovani, adolescenti e non, degli anni ’90 portando migliaia di ragazzi ad innamorarsi di un manubrio o semimanubrio. E le tonnellate di mezzi, scooter o moto, in special modo nelle versioni "replica" che si vedevano scorazzare sulle strade, è il segno più evidente di cosa sia il lascito nella passione per tanti.

L'EPILOGO A VALENCIA

Nel GP di Valencia, a metà novembre, l'epilogo dell'ultima stagione e della carriera di Valentino Rossi nelle corse. Per il prossimo anno? "L'ipotesi è correre in macchina, ma al momento non posso dirlo con certezza. Io mi sento un pilota e lo sarò per tutta la vita".

Valentino Rossi: le moto Replica dedicate al Dottore FOTO

Valentino Rossi: le moto Replica dedicate al Dottore FOTO

Dallo scooter SR 50 R alle sportive RS 125 e 250 Aprilia, passando dalla Yamaha R6 "Sole Luna" alla Honda CBR 600 F Sporto "nastro azzusso". Ecco le repliche dedicate al 9 volte campione del mondo

Guarda la gallery

 

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento