Terminata la riunione del CdA sull’andamento economico-finanziario al 30 giugno 2021 sotto la presidenza di Roberto Colaninno, presidente e a.d. del Gruppo, i dati di questa prima metà dell’anno sorridono a Piaggio.

Stando a quanto scritto sul comunicato rilasciato nelle ultime ore, infatti, il Gruppo ha registrato ricavi netti consolidati pari a 901,7 milioni di euro (dato più alto registrato nel periodo dal 2007), in crescita del 50,3% rispetto al primo semestre 2020 e del 10,4% rispetto al primo semestre 2019.

Test Piaggio MP3 400 hpe: i voti del SottoEsame!

I dati sulle due ruote

Al 30 giugno 2021, il Gruppo Piaggio ha venduto complessivamente nel mondo 287.100 veicoli (+36,5% rispetto ai 210.300 del primo semestre 2020). Una crescita positiva, fanno sapere da Piaggio, alla quale hanno contribuito positivamente tutte le aree geografiche.

Per quel che riguarda da vicino le due ruote, al 30 giugno 2021 il Gruppo ha venduto in totale nel mondo 242.800 veicoli a due ruote (+49% rispetto ai 163.000 al 30 giugno 2020), per un fatturato netto di 761 milioni di euro, in crescita del +62,7% rispetto ai 467,6 milioni di euro al 30 giugno 2020. Un dato che include anche ricambi e accessori.
Vendite particolarmente sostenute soprattutto sul mercato europeo, dove Piaggio ha raggiunto negli ultimi sei mesi un volume di crescita pari al 25%, con il mercato italiano in crescita di circa il 50%.

Aprila e Guzzi fanno il colpaccio

Passo estremamente importante, quindi, proprio per le moto, con il brand Aprilia che ha archiviato un primo semestre 2021 estremamente positivo, facendo registrare i ricavi più elevati dal 2007 grazie alle nuove Aprilia RS e Aprilia Tuono e alla supersportiva Aprilia RSV4, che ha segnato un incremento di oltre il 70%.

Positivissimo anche il dato per il brand Moto Guzzi, che ha fatto segnare un primo semestre da record, con i più elevati volumi e ricavi di sempre, spinti in particolar modo dalle vendite di Moto Guzzi V7 e V85TT.

Il Gruppo Piaggio – ha spiegato Roberto Colaninno, Presidente e a.d. - ha archiviato il primo semestre del 2021 con risultati molto positivi a livello globale, confermando la forte ripresa iniziata nella seconda metà dello scorso anno. Tutti i principali indicatori di conto economico sono incrementati, è stato ridotto il debito di oltre 125 milioni di euro rispetto al primo semestre del 2020 e, al contempo, sono stati effettuati maggiori investimenti. Nonostante il rischio pandemia Covid sia ancora elevato a livello globale, per il Gruppo sussistono i presupposti affinché il trend positivo si consolidi nel tempo.”

Old Vs. New: Aprilia Tuareg