Un giugno 2021 da record per Ducati, chiuso con il più alto numero di modelli venduti mai registrato a Borgo Panigale. Continua il trend positivo del Marchio, che viaggia a vele spiegate nel mercato moto del 2021.

Boom di ordini

Nei primi sei mesi di quest’anno, Ducati ha immatricolato ben 34.485 moto per un +43% sul 2020 (viziato dalla pandemia) e un +9% sul 2019. Solo a giugno, sono state 8.598 le unità vendute nel mondo. Nel portfolio ordini, cioè le moto ancora da consegnare, si arriva al +63% rispetto a un anno fa e addirittura al +284% rispetto al 2019.

Ducati nel mondo

L’Australia è la patria del mercato Ducati, dove le rosse hanno guadagnato l’82%, poi l’Italia col +55%, Giappone al +53% e Nord America col +51%. Tra i modelli più venduti, spiccano Multistrada V4, Scrambler 800 e Streetfighter V4. Il trend continua ad autoalimentarsi, con l’arrivo nei concessionari del nuovo Diavel 1260 S Black and Steel e l’Hypermotard 950 SP dalle linee racing.

Crescita anti-Covid

Francesco Milicia, VP Global Sales Director Ducati: “Il mese di giugno è risultato il migliore di sempre per l’azienda a conferma del trend positivo iniziato con l’eccellente seconda parte dell’anno 2020 e con la crescita significativa del primo trimestre di questo 2021. Nonostante la grande complessità registrata nel settore delle forniture e dei trasporti, con ritardi nelle consegne e scarsità di diverse materie prime, e le difficoltà generate dai molti lockdown vissuti in questi primi sei mesi del 2021 in varie parti del mondo, Ducati ha registrato una crescita davvero rilevante superando di quasi il 10% i valori pre-Covid. Ottimo anche il portfolio ordini, a dimostrazione del fatto che gli appassionati stanno apprezzando la gamma 2021 e la famiglia dei Ducatisti si sta allargando sempre di più”.

Ducati, la 1299 Panigale R celebra la vittoria dell'Italia a Euro 2020