I record di velocità sono sempre traguardi molto ambiti, anche in sella a una moto elettrica. E proprio su questo campo ha intenzione di battere la concorrenza (e stabilire nuovi standard tecnologici) l’azienda britannica White Motorcycle Concepts. Protagonista dell’impresa la sua moto elettrica WMC250EV, di cui la casa madre ha sempre svelato poche informazioni.

La tecnologia

La tecnologia che sta alla base della WMC250EV include i sistemi D-Drive e F-Drive, ovvero un sistema di recupero e distribuzione dell'energia cinetica e un sistema di trasmissione finale, oltre alla V-Air, la tecnologia di riduzione della resistenza brevettata nel Regno Unito (e in attesa di brevetto in Europa, USA, Giappone) che vanta una riduzione della resistenza del 69% al suo massimo. Con un potenziale aerodinamico così alto, la WMC250EV è dunque progettata per ridurre al minimo “l’ansia da autonomia” così comune nel mondo elettrico motorizzato. L’obiettivo è rendere la moto il più snella possibile per permettere di raggiungere, con lo stesso livello di carica elettrica, il doppio dell'autonomia rispetto all'attuale equivalente di mercato.

Il record

Il record attuale è 366,94 km/hm (con picco di 408km/h), stabilito nell'ottobre 2020 dal nostro Max Biaggi in sella alla Voxan Wattman (che di recente ha annunciato di voler battere il proprio primato). Tra i piani di WMC c’è quello di non fermarsi alla WMC250EV: in cantiere, come dichiarato da Robert White fondatore e CEO di White Motorcycle Concepts, c’è la WMC300FR, una motocicletta elettrica “proof-of-concept” incorporata in uno scooter tre ruote. Il lavoro su questo ulteriore progetto si fonda sempre sull’aerodinamica: quanto questo aspetto migliorerà l'autonomia di una moto che deve trascorrere la maggior parte dei suoi giorni nel traffico? Da quello che sappiamo, nella costruzione della nuova moto giocheranno un ruolo importante anche alcune parti prodotte con plastica riciclata, per sottolineare le fondamenta sostenibili di tutto il progetto.

Addio a Fabio Fazi: l'uomo del primo record elettrico con Max Biaggi