Con una capacità di 360 dosi al giorno per due diverse linee vaccinali, attive su turni dalle 8 alle 22, sette giorni su sette, il circuito del Mugello si è trasformato in un hub dedicato alla vaccinazione. Un’iniziativa, questa, in grado di fornire tutto il suo supporto necessario alla Regione Toscana per consentire quanto prima una completa e sicura vaccinazione della popolazione.

Angeli in Moto, i centauri consegnano i vaccini agli hub dell'Aquila

Un hub per far “correre” la campagna vaccinale

All’interno dell’autodromo è stata allestita già a partire dal 6 giugno scorso un’area dedicata alle vaccinazioni: ben 2 box (con un terzo di emergenza) più una zona di accoglienza e una di stazionamento post vaccinazione. Il tutto è stato possibile soprattutto grazie all’aiuto dell’Azienda sanitaria Toscana centro, la Società della Salute del Mugello, il Comune di Scarperia e San Piero a Sieve e le associazioni del volontariato.

L’accesso alla struttura, fanno sapere dal Mugello, avviene esclusivamente attraverso un percorso con ingresso privato (ingresso “Luco”), situato in prossimità di quello principale con il grande casco rosso.

L’Autodromo del Mugello – ha spiegato Paolo Poli, amministratore delegato Mugello Circuit - ha offerto i propri spazi per la creazione di un hub vaccinale nello spirito di collaborazione che da sempre caratterizza i rapporti con Regione Toscana, Ausl Toscana Centro, SdS Mugello, Comune di Scarperia e San Piero. Così come per il terremoto del 2019, ci siamo messi a disposizione della comunità locale: in questo caso l’obiettivo è far ‘correre’ sempre più veloce la campagna vaccinale per il Covid-19

Green Pass: tutto quello che c'è da sapere per richiedere la certificazione