Da oggi andare in pista sarà ancora più bello per il fortunato vincitore dell’asta lanciata da Iconic Motorbikes. Uno degli ultimi lotto proposti online, infatti, vede protagonista la Suter MMXI #001, il prototipo costruito nel 2010 da Suter Racing Technology e utilizzato da Colin Edwards in due test MotoGP eseguiti nel febbraio 2011 a Sepang.

Yamaha YZF-R1 Petronas Replica: unboxing davvero esclusivo VIDEO

La Suter del team NGM Mobile Forward Racing

Mentre gareggiava ancora nel campionato del mondo nella classe 250 cc, Eskil Suter inizio a gettare le fondamenta della Suter Racing Technology. Azienda, poi, che nel corso degli anni è riuscita a sviluppare una reputazione di eccellenza all’interno del comparto motociclistico con il lavoro in Moto2, Moto3, WSBK, MXGP e S1GP.

Eppure, tra tutte queste categorie, Suter è riuscito a far scrivere il suo nome anche in MotoGP con la MMXI, motocicletta che ha fatto il suo esordio nella classe regina del motomondiale nel 2012 con il team NGM Mobile Forward Racing e Colin “Texas Tornado” Edwards in sella.

Un curriculum di tutto rispetto

Tuttavia, la moto venduta all’asta da Iconic Motorbikes non è la stessa che ha preso parte al Mondiale 2012, ma solo il muletto utilizzato dal team Forward Racing durante i test di sviluppo IRTA. Tralasciando questo dettaglio, però, la Suter MMXI proposta vanta un curriculum di tutto rispetto e una dotazione tecnica da brivido.

Oltre ad esse stata la prima Suter-BMW costruita - presentata alla stampa nel 2010 al GP di Misano e sviluppata secondo le regole CRT (Claiming Rule Team) fissate dalla FIM per il campionato MotoGP 2012 -, la MMXI #001 è stata guidata da Mika Kallio e Colind Edwards (nella foto in basso) in svariati test nei circuiti del Mugello, Brno e Sepang e monta un motore derivato da quello della BMW S1000RR capace di sviluppare una potenza di 226 cv e una velocità di punta di 325 km/h, una nuova centralina ECU Bosch MS5.0, forcella Öhlins TTX, cerchi OZ forgiati in magnesio e pinze monoblocco Brembo.

Aprilia RS 660: ecco la moto che debutterà nel MotoAmerica