Cambiamenti in vista per tutta l’Italia, che a partire da domani, 19 maggio, potrà contare su un nuovo coprifuoco per le zone gialle spostato alle 23 - dal 7 giungo alle 24 -, per poi essere definitivamente abolito a partire dal prossimo 21 giugno (primo giorno d’estate).

Green Pass in Italia e in Europa: come funzionano gli spostamenti

Riaperture graduali

È bastata poco più di mezz’ora alla Cabina di Regia per riscrivere le nuove direttive anti-covid da seguire nelle prossime settimane e che grazie al nuovo decreto legge entreranno in vigore già a partire da domani.

Ma oltre agli orari del coprifuoco, nuove regole entreranno in vigore anche per quanto riguarda altri fronti. Seguendo la linea della prudenza, infatti, il presidente del Consiglio Draghi ha approvato la graduale riapertura di molte attività. Un passo alla volta e con cautela, dunque, quanto basta per osservare la curva del virus e per capire quali sono le attività che vanno più ad incidere sull'aumento dei contagi.

Date e attività

Via libera quindi all’apertura dei centri commerciali a partire già dal prossimo weekend - 22-23 maggio – e alla riapertura degli impianti di risalita in montagna. Prevista anche la riapertura delle palestre per il 24 maggio e da inizio giugno quella riguardante bar e ristoranti al chiuso, anche se solo fino alle 18.00. Dopo si potrà consumare solo all’esterno.

Semaforo verde anche per attività ludiche e sportive: dal 24 maggio via libera per le piscine al chiuso e a partire dal 15 giugno per i parchi a tema, mentre dal 1° luglio si potrà tornare ad assistere a spettacoli e partite anche al chiuso, rispettando però il limite del 25% della capienza o comunque non superiore a 1000 persone all'aperto e 500 al chiuso.

Tornare a viaggiare: Lazio, Toscana e Trentino le mete più desiderate