Suzuki protagonista di tutti i weekend dal 24 aprile fino a fine luglio. Sta per iniziare il Demo Ride Tour 2021, che offrirà agli appassionati della Casa di Hamamatsu la possibilità di provare la gamma Suzuki presso i concessionari autorizzati della rete. Due strutture indipendenti si sposteranno su tutto il territorio nazionale per offrire i test a tutti gli interessati.

Si comincia a fine aprile

Primo appuntamento previsto per sabato 24 aprile, in provincia di Monza e Brianza presso Valter Moto e a Pescara, da Mazzante Motor Shop. Domenica 25 aprile sarà il turno di Toso Moto, a Pescate (Lecco), e di Moto Nardi a Macerata. Due strutture indipendenti si muoveranno in contemporanea nei vari fine settimana, in questo caso una in Lombardia e l’altra nel centro Italia.

Sette modelli disponibili

I Demo Ride andranno avanti fino al 24 luglio, con 46 appuntamenti in 14 regioni da Gorizia a Lecce, da Torino a Catania. Sette i modelli Suzuki disponibili: la sportiva Hayabusa, la maxi Katana Jindachi, la naked media SV650 Euro 5, l’aggiornamento della V-Strom 650 XT, la più grande V-Strom 1050 XT in due esemplari. A completare l’offerta per i Demo Ride, per il reparto scooter sarà disponibile il Burgman 400, forte della sua grande capienza e praticità.

Modalità di iscrizione

Per partecipare ai Demo Ride Tour si può andare su www.suzukitour.it e prenotarsi indicando data, luogo e modello da provare. Le informazioni dettagliate sono sul sito ufficiale Suzuki. I turni avranno la durata di 45 minuti, con test su strade aperte al traffico con lo staff Suzuki che seguirà ogni singola prova. Prima di mettersi in sella, una sessione teorica per capire il funzionamento dei comandi e dei dispositivi elettronici per quanto riguarda Hayabusa e V-Strom 1050 XT. Necessario disporre di casco e abbigliamento tecnico propri per salire in sella alle moto: il test sarà senza passeggero a bordo.

Precauzioni anti-Covid

Per ovviare alle questioni del Covid, Suzuki chiarisce che non sarà possibile provare la gamma a due ruote in caso di febbre o altri sintomi; è obbligatorio il distanziamento sociale durante i briefing e nelle altre fasi pre e post prova su strada, utilizzo della mascherina e igienizzazione dei vari modelli tra un turno e l’altro.  

TOP 8: le moto adatte a chi ha problemi di "centimetri"