Giovanni Collina, addio ad un mito dell'enduro italiano

Giovanni Collina, addio ad un mito dell'enduro italiano

Bandiera dell'enduro bolognese da più di 50 anni, se n'è andato, ma ha tramandato a molti quella forte, fortissima passione per le ruote tassellate 

Giovanni Collina ci ha lasciati, per chi non lo conoscesse, oltre ad essere stato un pilota di regolarità (enduro) a livello italiano negli anni 60, è stato anche per 40 anni il dealer KTM di Bologna.
Nato a Marzabotto, classe 1940, è stato campione italiano regolarità nel 1967 e 1968 in sella ad una Moto Morini 125, poi presidente del motoclub Collina Motori dal 1978, con cui ha organizzato gare di enduro per i campionati italiano, europeo e mondiale.

Punto di riferimento per tutto l'enduro Bolognese

E' merito della sua perseveranza e del suo mantenrere buoni rapporti con i residenti locali, se nell'area di Marzabotto ci sono ancora tanti tracciati tecnici in cui gli enduristi bolognesi si allenano tutt'ora.

Quando avevo 17 anni correvo per il suo team con la mia KTM 125, in officina il meccanico Gustavo e Giovanni parlavano solo bolognese e io faticavo a capire il 50% di ciò che mi spiegavano sulla preparazione della moto. Durante le gare era un conforto avere Giovanni e il mitico Giuseppe Bonantini a compilare a mano la tabella oraria per poi scandire il tempo per entrare ai controlli orari. Questa triste notizia ravviva il ricordo di un vero grande appassionato, che ha dedicato la vita per l'enduro.

Il tempo passa, le cose cambiano, ma chi vale resta per sempre!

Richard Hammond e quella moto venduta per arrivare a fine mese

  • Link copiato

Commenti

InMoto in abbonamento