I soldi delle multe nel Bilancio di Previsione 2021-2023: il Comune di Trento destinerà i proventi delle contravvenzioni inflitte alle due e alle quattro ruote al miglioramento della mobilità. Le previsioni parlano di un incasso vicino ai 5 milioni di euro.

DALLE MULTE ALLA MOBILITà

Secondo il Codice della Strada, il 50% dei proventi delle multe spettanti al Comune va utilizzato per opere indirizzate alla mobilità urbana, allora bisogna fare un po’ di calcoli, com ha già fatto il sito www.lavocedeltrentino.it.

4.476.550 euro sono inclusi in un capitolo del Bilancio di Previsione dal Comune; un altro capitolo riporta invece 700.000 euro, sempre provenienti dalle contravvenzioni. Di questo totale, 1.544.480 euro sono destinati al Fondo Crediti, per cui la cifra restante è di 3.282.020 euro. La metà di questi proventi è 1.641.010 euro, che la Giunta comunale di Trento ha organizzato in tre capitoli. 

DIVISIONE DEI PROVENTI

il primo capitolo riguarda interventi di sostituzione, ammodernamento, potenziamento e messa a norma della segnaletica stradale (orizzontale e verticale, semafori, illuminazione pubblica) grazie a un investimento di 410.252,50 euro; il secondo capitolo - che gode degli stessi finanziamenti - coinvolge invece il potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni della circolazione; l’ultimo capitolo riguarda la manutenzione delle strade comunali, misure di tutela delle categorie più deboli (pedoni, ciclisti, bambini, disabili), corsi didattici di educazione stradale nelle scuole e, in ultimo, interventi a favore della mobilità ciclistica grazie alla disponibilità di 1.972.597 euro. 

Segnaletica stradale, problematica e carente: quali le soluzioni?