Come da sempre siamo abituati a vedere, ogni motocicletta è munita di faro anteriore, luci posteriori e indicatori di direzione. E se vi dicessimo che a breve potremmo usufruire anche di una luce che illumini il terreno sotto alla nostra due ruote?

Il Gruppo Piaggio, infatti, - dopo aver concluso un recente accordo con IBM per la visione e l’analisi centralizzata tra i sei poli del Marchio - ha recentemente depositato un brevetto davvero particolare, ovvero quello che riguarderebbe un sistema di illuminazione - posizionato sotto o di lato alla moto - in grado di consentire al guidatore del veicolo di illuminare la porzione di terreno sottostante e permettere un parcheggio preciso e una discesa dal veicolo in piena sicurezza.

Aprila eSR1, nuovo scooter sportivo tutto elettrico?

Alcuni dettagli

Ovviamente, sono ancora pochi i dettagli che riguardano il nuovo dispositivo. Ma, oltre al sistema appena illustrato, il brevetto - da quanto riportato dai colleghi di Visordown - parla anche di un sistema di controllo automatico capace di gestire il nuovo impianto illuminante in maniera del tutto autonoma, così da riuscire ad attivare le luci solamente al raggiungimento di una determinata velocità, che al momento sembra assestarsi tra i 5 o 10 km/h.

Se ciò non bastasse, il dispositivo di illuminazione ausiliaria potrebbe essere munito anche di sensore crepuscolare – per permetterne l’accensione solo dopo il tramonto – e un sistema di controllo da remoto per l’attivazione o la disattivazione da telecomando.

Al momento non sembrano esserci ulteriori informazioni, quindi dovremmo sicuramente aspettare comunicazioni ufficiali da parte del Gruppo Piaggio per capirne qualcosa in più.

Yamaha, spunta un brevetto di uno scooter ibrido