Reduce dal grande successo in Giappone, con boom di ordini, Italjet Dragster è pronto alla conquista dell’Europa e per la precisione in Germania, Austria, Francia e Grecia (commercializzato, in esclusiva, dal Gruppo KSR). Un anno davvero ricco di vittorie (Covid-19 a parte) per lo scooter 125 e 200 del Marchio bolognese che è stato anche inserito da Forbes nella lista dei 5 scooter “da guidare nel 2020”.

Riuscirà a bissare il successo avuto in Oriente?

Prova Italjet Dragster 125: il coraggio di osare

Collaborazione con KSR

Di certo le basi sono buone, considerato l’accordo con il Gruppo KSR, tra i maggiori distributori in Europa (ma anche casa produttrice) con vendite annuali che superano le 80mila unità e contatti con i mercati di oltre 60 paesi nel mondo. Una collaborazione che darà sicuramente i suoi frutti, come raccontano le parole di Sandro Caparelli, Sales & Marketing Manager di Italjet Spa: “Abbiamo scelto il Gruppo KSR, realtà di riferimento nel settore delle due ruote, perché siamo certi che saprà valorizzare al meglio le caratteristiche esclusive di italianità, stile e tecnologia che contraddistinguono il nostro Urban Superbike”.

Le tempistiche

La produzione è prevista per novembre 2020, con immediata commercializzazione mondiale. Se la livrea Black/Magnesium è andata sold out già dopo Eicma 2019, Italjet Dragster 125 e 200 è disponibile nelle colorazioni antracite/rosso/bianco, antracite/giallo e nero/grigio. E il prezzo? Il Dragster 125 cc ABS con omologazione Euro 5 sarà proposto in Italia a 5.100 euro, mentre il modello 200 cc ABS Euro 5 a 5.400 euro.