I piloti del Motomondiale sono sempre più prestanti fisicamente, ed è risaputo che l’allenamento di determinati muscoli e il regime alimentare da atleti siano determinanti per puntare ai migliori risultati in pista.

Sulla scorta di questi presupposti, il preparatore atletico Stefano Ledda ha dato vita alla Bikers Physique Academy: si tratta di un programma di allenamenti per piloti professionisti, che dà la possibilità di accedere ai metodi di allenamento dei grandi del motociclismo sportivo. Un programma che ora è alla portata di tutti, piloti professionisti e amatori, ma anche semplici appassionati.

Il preparatore di Iannone

Stefano Ledda è il preparatore atletico che ha seguito Andrea Iannone nel passaggio fra Moto2 e MotoGP, accompagnandolo poi fino alla sua migliore stagione in sella alla Ducati, nel 2015, quando si piazzò quinto assoluto nel mondiale.

Laureato in scienze motorie, diplomato in massoterapia e con attestati nazionali e internazionali legati alla preparazione atletica e al recupero funzionale, Stefano Ledda ha pensato a diversi livelli di preparazione in funzione degli obiettivi del singolo pilota, sia esso professionista o amatore.

La preparazione fisica

A parità di livello tecnico, è più facile che in gara il pilota più in forma sia più veloce e costante, perché lo sforzo fisico e la resistenza hanno effetti importanti sulla lucidità mentale nei momenti più caldi di una competizione.

La preparazione fisica e mentale diventano, dunque, le componenti che possono fare la differenza. In più, se tutto questo è vero nella guida al limite in pista, lo è ancora di più se la frequentazione dei circuiti è saltuaria, come può essere per gli amatori, o anche per chi guida su strada. Un corpo allenato ad hoc renderà più divertente, performante e sicura qualsiasi uscita in moto, perché meno stancante.

“La Bikers Physique Academy si pone l’obiettivo di preparare i piloti allo sforzo fisico della gara, migliorando le prestazioni e la reattività in pista”, spiega Stefano Ledda. “Tali caratteristiche sono importanti, però, anche per chi guida una moto a livello amatoriale o ricreativo. Per questo i programmi della BPA sono facilmente adattabili a motociclisti di ogni categoria, anche se lo scopo fosse solo quello di sentirsi più in forma o non soffrire dei fastidi fisici che la permanenza in sella può dare. La Bikers Physique Academy può rendere più performante, divertente e sicuro il tempo in moto”, conclude Ledda

I programmi

I programmi di allenamento e preparazione potranno essere individuali o di gruppo e personalizzati secondo le esigenze di ognuno e in base alle richieste. Qui di seguito, alcuni programmi.

1 - “Primo all’ultima staccata”, pensato per chi ha la necessità di limare decimi o centesimi al record della pista;

2 - “Mugello sotto all’1’50”, sviluppato per i piloti delle categorie nazionali, o per gli amatori (molto) veloci.

3 - “Primo al bar del Passo”, dedicato a risolvere i fastidi tipici di chi in moto preferisce  aumentare i chilometri, piuttosto che ridurre i tempi sul giro e per chi non ha eccessive aspettative nei confronti della propria attività agonistica.

Il team Bikers Physique Academy

Le differenze fra i vari programmi riguardano l’intensità e la frequenza di allenamento, gli esercizi e l’analisi dei miglioramenti con Stefano Ledda o i suoi collaboratori. È poi possibile chiedere di passare a programmi iper-personalizzati, da concordare con Stefano e il suo team.  Tra i suoi collaboratori troviamo il co-ideatore dei programmi d’allenamento Maurizio Madaffari, laureato in scienze motorie, massoterapista ed esperto preparatore di atleti di svariate discipline. A loro si affianca un team che comprende diversi istruttori laureati in scienze motorie, un osteopata, una nutrizionista e un mental coach.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale della Bikers Physique Academy.

Test, Pneumatici Metzeler Racetec TD Slick: instancabili!