Un'esperienza di guida completamente nuova e confortevole: è quanto promette BMW Motorrad con il suo nuovo sistema Adactive Cruise Control, in procinto di debuttare sulle moto del Marchio bavarese.

Sviluppato in collaborazione con Bosch, il nuovo ACC di BMW regola automaticamente la velocità impostata dal pilota quando va a ridursi la distanza dal veicolo che lo precede. Distanza che può essere modificata in tre fasi tramite il semplice tocco di un pulsante, con ogni singola impostazione che verrà visualizzata nel quadro strumenti TFT. Il nuovo Adaptive Cruise Control BMW ha due caratteristiche di controllo selezionabili: comoda o dinamica, con accelerazione e decelerazione che cambiano di conseguenza. Il controllo della distanza, inoltre, può essere disattivato in modo da utilizzare il Dynamic Cruise Control.

In curva, la velocità viene automaticamente ridotta, se necessario, e viene mirato un miglior angolo di inclinazione. Tuttavia, con un angolo di inclinazione che aumenta, le dinamiche di frenata e accelerazione sono limitate al fine di mantenere una guidabilità stabile e non turbare il motociclista in caso di brusca frenata o accelerazione.

Anche il motociclista stesso, tuttavia, ha un certo grado di responsabilità. Il nuovo ACC infatti reagisce solo con i veicoli in movimento. In caso di mezzi fermi - come durante uno stop al semaforo o rimanendo bloccati in un ingorgo - deve essere il pilota ad eseguire frenata e manovre.