Esiste il Coronavirus, che sta mettendo a dura prova l'Italia in questi giorni, e le conseguenti mosse decise per arginarne il contagio. Ma esiste anche, e per fortuna, un altro tipo di virus, quello della solidarietà. Che, a differenza del COVD-19, è impossibile da debellare.

Coronavirus, quando i motociclisti portano la spesa a casa

GLI ANGELI IN MOTO

Ce lo dimostra un altro atto di solidarietà che in questi giorni avviene in Umbria, un gesto commovente tutto a due ruote. Sì, perché nel territorio umbro Federfarma ha voluto istituire un servizio di consegna di farmaci gratuiti a tutte le persone anziane, non autosufficienti oppure in quarantena. A rispondere alla chiamata, anche il Motoincontro Fabio Celaia di Perugia, iniziativa dedicata a svolgere attività motociclistiche e motoraduni.

I rider, naturalmente tutti volontari, hanno quindi aderito alla richiesta di Federfarma, sottoscritta insieme al MotoClub Vigili del Fuoco delle sezioni di Perugia e Terni e l'Aism, l'associazione malati di sclerosi multipla.

Coronavirus, quando i motociclisti portano la spesa a casa

PIù FORTI DEL VIRUS

Ogni giorno dobbiamo rispondere a un numero impressionante di richieste e non è facile - racconta Eros Celaia, presidente del Motoincontro perugino - La consegna richiede tempo perchè ci sono da attuare tutte le procedure per la sicurezza nostra e di chi riceve la consegna". Ostacoli comunque facili da superare per i cosiddetti angeli in moto, che si dimostrano più forti di qualsiasi pandemia.