Una sensibile e sostenuta riduzione a livello nazionale degli spostamenti con le due ruote dal 24 febbraio all'11 marzo 2020, ovvero nel lasso temporale compreso tra l'inizio dell'emergenza Coronavirus e l'emanazione dell'ultimo Decreto del Presidente del Consiglio, contenente ulteriori misure restrettive per contenere la diffusione dell'epidemia. E' quanto emerge da un'indagine condotta da Focus2R, l'osservatorio sulla mobilità a due ruote di Confindusrtria ANCMA (associazione nazionale ciclo motociclo ed accessori). Uno scenario prevedibile di questi peeriodi.

I dati della rilevazione di Focus2R

La rilevazione è stata effettuata grazie alla black box di moto.app, dispositivo installato su oltre 100mila veicoli, con il quale è stato possibile monitorare gli spostamenti di quelli compresi nel campione di indagine. Da lunedì 24 febbraio 2020, giorno in cui circolavano il 34,18% dei mezzi del campione si è passati al 18,06%, dato rilevato giovedì 12 marzo 2020. Nello stesso periodo di riferimento i km percorsi in media sono scesi da 22,1 a 15,7. I dati si riferiscono per il 77% degli scooter e per il 23% alle moto. 

Coronavirus? Andrà tutto bene