“A due dita dalla morte”. L’episodio di cui è stato vittima un motociclista francese qualche giorno fa potrebbe riassumersi con questo titolo, e lo stesso protagonista ha trovato queste parole per descrivere il suo stato d’animo.

GRANDE SPAVENTO

Un’uscita in moto insieme a un amico, con la GoPro sul casco a riprendere la strada e la KTM Duke 790. Le immagini, postate su YouTube, scorrono veloci e senza particolari “coup de théâtre”, per dirla appunto alla francese. Poi, in una frazione di secondo, cambia tutto. Due moto nel senso opposto di marcia, impegnate in un sorpasso azzardato, sfrecciano a tutta velocità sfiorando da entrambi i lati la KTM del ragazzo, sparendo dietro la telecamera. Il tempo di reazione è dilatato, rispetto all’effettiva frenata della vittima, che impiega qualche secondo a rendersi conto di quello che ha appena evitato. È la stessa reazione che capita a chi guarda il video: è un attimo, un lampo.

L'EPILOGO

Dopo essersi fermato, il motociclista rallenta i propri battiti e torna indietro, trovando il gruppo dei centauri incrociati poc’anzi fermo sulla strada: una delle due moto che l’aveva sfiorato è a terra, in pessime condizioni, così come a terra è disteso il suo pilota, dopo l’incidente che non possiamo vedere dal video.

Il FINE IN POESIA

Si chiama Piston – questo il nickname usato dal motociclista su YouTube – e, per esorcizzare il trauma, ha postato il video sul suo canale scrivendo una poesia che riassume le sue sensazioni. Tradotta in italiano, recita queste parole:

"Come un lungo nastro di asfalto ondulato, davanti a me la strada si allunga,
Una linea bianca al centro, buona velocità di crociera.
Poi la nausea. E tutte le mie gambe tremano.
Una frazione di secondo e la voglia di vomitare.
Una frazione di centimetro e questo è stato il peggio.
Uno a sinistra, uno a destra. Che diavolo stanno facendo quei pazzi?
E ciao a San Pietro, a pochi centimetri.
Ma oggi è stato San Cristoforo a officiare...
Il mio nome è "Pistone"
E ora sto ancora tremando:
Sono arrivato a tanto così dalla morte.
La prova in emozioni".

Spagna, motociclisti pubblicano video sul web: multe per 14.100 euro