Una legge per limitare l'obbligo di utilizzo del casco quando si va in moto. E' quanto propone il senatore Eric Burlison per lo stato del Missouri. Un'autentica battaglia la sua. Non è la prima volta, infatti, che Burlison tenta di far approvare questa proposta. Ci ha provato anche nel 2019, incorrendo però nel veto frapposto dal governatore Mike Parson. Ora è pronto a riprovarci con un nuovo emendamento, potenzialmente in grado di modificare, e non poco, la normativa attualmente in vigore.

La proposta di Burlison

Burlison propone che i motociclisti con o più di 18 anni di età possano guidare una moto o un motociclo senza casco se sono coperti da una polizza di assicurazione sanitaria o da altre tipologie di assicurazione in grado di provvedere all'assistenza medica per eventuali lesioni o danni subiti o commessi dal motociclista stesso in seguito a un incidente. Stando alla proposta, l'obbligorietà del casco decade anche per il passeggero se maggiorenne. Al contempo, il documento attestante la copertura assicurativa deve essere esibito al momento di un eventuale controllo, pena l'ammenda per conseguente omissione. Per coloro con meno di 18 anni, invece, permane l'obbligo di indossare il casco alla guida con le conseguenti sanzioni attualmente previste se si viene sorpresi senza in un controllo di polizia.

Burlison giustifica la sua proposta come un tentativo di salvaguardare e difendere la libertà individuale del motociclista che può assumersi piena responsabilità della sua condotta, esentando, al contempo, lo Stato dal farsi carico da eventuali oneri e costi scaturiti dalla "concessione."  La proposta è stata presentata ufficialmente lo scorso 30 gennaio e ora attende di essere discussa dall'assemblea legislativa plenaria per l'eventuale approvazione o meno.

L'opposizione al provvedimento

Non sono mancate, ovviamente, critiche alla presentazione della proposta di legge. In particolare, il fronte degli oppositori sottolinea come negli Stati Federali in cui già sono in vigore leggi sul mancato obbligo del casco, gli incidenti con decessi siano aumentati del 38%. Attualmente, negli Usa, in ben 24 stati si può viaggiare “capelli al vento” senza casco: Arizona, Arkansas, Carolina del Sud, Colorado, Connecticut, Distretto di Colombia, Hawaii, Illinois, Iowa, Kentucky, Maryland, Missouri, Montana, Nevada, New Hampshire, Nuovo Messico, Pennsylvania, Rhode Island, Texas, Vermont, Virginia Occidentale, Washington, Wisconsin e Wyoming.

Il presidente del Brasile, Bolsonaro in moto e senza casco allacciato